Coupon di sconto da 70 Euro a soli 28 Euro per un tatuaggio o un piercing. Da Tattoo Club rendi il tuo stile indelebile

Regala
16 acquistati

In sintesi

In Sintesi:

  • Un coupon di sconto del valore di 70 Euro a soli 28 Euro da Tattoo Club
  • Valido come sconto su un tatuaggio o un piercing
  • Uno degli studi più esclusivi in città

Condizioni

Condizioni:

  • Coupon valido 6 mesi
  • Max un coupon a persona
  • Valido su appuntamento 
  • Prenotazione richiesta al 338.6738700
  • Dai 16 ai 18 anni è necessario essere accompagnati da un genitore

Uno stile indelebile

Guardandoti allo specchio, anche solo una volta, ti sei mai immaginato di vederti dipinte su una parte del tuo corpo le iniziali della tua dolce metà oppure personalizzare il tuo stile con un fiore di loto, un cuore o una stella sulla spalla o sul collo?

Groupon ha scelto per te Tattoo Club, per darti l’occasione di rendere indelebili i momenti importanti della tua vita oppure per distinguerti con un tratto particolare e creativo. 

L’offerta: scegli tra tatuaggio o piercing

Il tuo coupon è valido come sconto per un tatuaggio o un piercing a scelta. Potrai scegliere tra oltre tremila disegni che sono esposti sulle pareti dello studio, sui libri e sulle riviste. Potrai finalmente esprimere i tuoi sentimenti e renderli visibili a tutti, oppure decidere di tenere il tatuaggio solo ed esclusivamente per te. Preferisci il piercing? All’ombelico, al lobo, sulla lingua… insomma dove vuoi! Troverai una vetrina con una vasta scelta di gioielli.

Professionalità e sicurezza

Tatoo Club dal 1993 offre ai suoi clienti professionalità, maturata nei viaggi a Londra, sicurezza e igiene. Le attrezzature utilizzate sono d’avanguardia che garantiscono una totale sterilità dei ferri del mestiere. Troverai anche tatuaggi all'hennè e il trucco permanente cromatico per sopracciglia, eyeliner e contorno labbra.

Per prendere appuntamento, dovrai chiamare il numero 338.6738700.


Storia del Tatuaggio



La parola tatuaggio deriva dal polinesiano "tatau" che letteralmente significa battere o marchiare e indica il picchiettare del legnetto sull'ago per bucare la pelle. L'introduzione di questo termine polinesiano è da attribuire al capitano James Cook che nel suo diario descriveva la tecnica del tatuare degli indigeni polinesiani. Da tatau quindi poi derivò la parola inglese tattoo. Il tatuaggio ha origini molto antiche: è stato trovato in una grotta in Francia un punteruolo molto appuntito ricavato da un osso di renna che molto probabilmente fu usato per tatuare durante il paleolitico superiore. Scavi archeologici hanno riportato alla luce resti di uomini e donne tatuati vissuti fino a 6000 anni fa, appartenenti a popolazioni sudamericane, nordamericane, eschimesi, siberiani, cinesi, egiziani e anche italiane.

Chi si tatuava, si incideva dei segni sul corpo che dovevano comunicare un messaggio a chi li vedeva. Il tatuaggio poteva comunicare che chi lo portava era un re, un nobile, un valoroso, un guerriero, oppure uno schiavo o un delinquente, o che apparteneva a una setta religiosa, a un esercito, a un gruppo politico... Il tatuaggio poi, era considerato un modo per abbellire il corpo, per diventare più belli. Nelle società tribali erano i re e i nobili a tatuarsi o comunemente i ricchi; i tatuatori erano trattati con gran rispetto e ricompensati lautamente per la loro opera.

Gli egizi li usavano durante le cerimonie funebri, a Roma i Legionari si tatuavano sul braccio il nome del loro generale o dell'imperatore e la data del loro ingaggio mentre venivano invece marcati per infamia i disertori, i prigionieri e gli schiavi. I Celti adoravano come divinità anche animali quali il toro, il cinghiale, il gatto, gli uccelli e i pesci e in segno di devozione se ne tracciavano i simboli sulla pelle. I Britanni, il cui nome deriva da "brith" (dipingere) non portavano altre vesti che dei mantelli fatti con peli di bestie selvagge e si facevano sul corpo incisioni di varie forme e figure che riempite con un succo di coloro scuro, davano loro una tinta che non si cancellava mai.

Fra i primi cristiani era molto diffusa l'usanza di tatuarsi un tau, la figura della croce di Cristo, sulla fronte. I Turchi si tatuavano simboli religiosi per garantirsi una sepoltura in terra consacrata. Poi fino ai racconti e alle spedizioni di James Cook il tatuaggio scomparve dall'Europa anche in seguito a una Bolla Papale che ne vietava la diffusione.

Tatooepiercing.com

Invita un amico! Appena si registra e partecipa al deal, tu guadagni 6 Euro per i tuoi prossimi deal.
Altre deal della stessa categoria
Altri deal nella stessa città
Altri deal in Italia
Altri deal in altre categorie