5 Euro invece di 15 per un menu completo all’Antica trattoria Hoy Pè. Gusta la tradizione

Valore Sconto Risparmi
€ 15 67% € 10
Regala
287 acquistati

In sintesi

In Sintesi:

  • Un coupon del valore di 15 Euro a soli 5 Euro all'antica trattoria Hoy Pe'
  • Valido per un menu completo
  • Il menu comprende un primo, un secondo, un contorno e un caffè 
  • Il menu varia ogni giorno 
  • Tipica e accogliente trattoria napoletana
  • Antica tradizione gastronomica con specialità a base di pesce e di carne 
  • Nel cuore del centro storico adiacente a Piazza del Gesù e a due passi dal chiostro di Santa Chiara

Condizioni

Condizioni:

  • Coupon valido 6 mesi
  • Max un coupon a persona
  • Valido a pranzo o a cena
  • Aperto dalle 12 alle 15.30 e a cena dalle 19.30 alle 24
  • Chiuso il lunedì a cena
  • Prenotazione richiesta allo 392.8289912 

Groupon ti porta a due passi dal chiostro di Santa Chira all’antica trattoria Hoy Pè per riscoprire i profumi e i sapori autentici della cucina partenopea.
 Adiacente Piazza del Gesù, Hoy Pe' è il luogo ideale per concludere una giornata di relax tra le vie della città. L’accogliente locale ripercorre i sapori della cucina napoletana, rivisitata e interpretata con i gustosi accostamenti dello chef.

L’offerta: un tuffo nella tradizione partenopea

Il tuo coupon è valido per un primo, un secondo, un contorno, caffè e una bottiglia di acqua minerale. Lasciati tentare dalle sfiziose specialità di Hoy Pe': il menu cambia ogni giorno e saprà esaudire anche i palati più esigenti. La cucina è una sapiente fusione di ricette tipiche napoletane abbinate a specialità di mare e di terra. Il pesce viene preparato con ingredienti semplici e accompagnato a sfiziosi contorni che ne esaltano il gusto e il profumo. 


Il locale è aperto a pranzo dalle 12.00 alle 15.30 e a cena dalle 19.30 alle 24.00. Prenota al numero 392.8289912.



Storia della lingua napoletana

La lingua napoletana (napulitano) è un idioma romanzo, per oltre un secolo anche lingua ufficiale del Regno di Napoli. Il volgare pugliese, altro nome con cui sono storicamente conosciuti il napoletano e i dialetti àusoni, sostituì il latino nei documenti ufficiali e nelle assemblee di corte a Napoli, dall'unificazione delle Due Sicilie, per decreto di Alfonso I, nel 1442. Nel XVI secolo re Ferdinando il Cattolico impose il castigliano come nuova lingua ufficiale e il napoletano di stato sopravviveva solo nelle udienze regie, negli uffici della diplomazia e dei funzionari pubblici. Il cardinale Girolamo Seripando, nel 1554, stabilì poi che in questi settori venisse sostituito dal volgare toscano. Per secoli la letteratura in volgare napoletano ha fatto da ponte fra il mondo classico e quello moderno, fra le culture orientali e quelle dell'Europa settentrionale, dall'«amor cortese», che con la scuola siciliana diffuse platonismo nella poesia occidentale, al tragicomico (Vaiasseide, Pulcinella), alla tradizione popolare; in lingua napoletana sono state raccolte per la prima volta le fiabe più celebri della cultura europea moderna e pre-moderna, da Cenerentola alla Bella addormentata, nonché storie in cui compare la figura del Gatto Mammone. Oggi il volgare meridionale vive nella «canzone napoletana», conosciuta in tutto il mondo, che si è dimostrata una delle più caratteristiche espressioni artistiche della cultura occidentale, apprezzata per la vivacità, per la poeticità e per le melodie, che sembrano conservare tutta la loro forza comunicativa anche di fronte al variegato panorama delle correnti filosofiche e artistiche europee.

Presso il consiglio regionale della Campania è stato depositato un disegno di legge che ne propone la rivalutazione sociale e civile.

Wapedia.mobi.it



Invita un amico! Appena si registra e partecipa al deal, tu guadagni 6 Euro per i tuoi prossimi deal.
Altre deal della stessa categoria
Altri deal nella stessa città
Altri deal in Italia
Altri deal in altre categorie