Alla fraschetta Dar Burino mangi per 30 Euro ma ne spendi solo 14. Se magna, se beve e...

Regala
97 acquistati

In sintesi

In Sintesi:

  • Un coupon di sconto del valore di 30 Euro a soli 14 Euro alla fraschetta Dar Burino
  • Valido per uno sconto solo sul menu alla carta
  • Cucina tipica romana e laziale
  • Specialità: salumi e porchetta
  • Ambiente rustico
  • Locale nel cuore dei Castelli, ad Ariccia

Condizioni

Condizioni:

  • Coupon valido 3 mesi
  • Max un coupon a coperto
  • Valido tutti i giorni a cena
  • Aperto dalle 18.30 alle 00.00
  • Prenotazione richiesta al 333.8768190
  • Quando chiami ricordati di comunicare il codice del tuo coupon

Il regno del cibo casereccio
Groupon oggi ti porta nel regno delle fraschette tradizionali, nella zona dei Castelli, scegliendo per te una delle più conosciute: Dar Burino.

L’accoglienza calorosa e la simpatia ti daranno il benvenuto in questo locale dove l’arredamento rustico domina l’ambiente con panche in legno e muri in pietra. Dar Burino ha quattro sale di cui una vietata ai minori di diciotto anni.

Sei pronto a fare il pieno di piatti sfiziosi? Il tuo coupon è valido come sconto solo sul menu alla carta tutti i giorni della settimana. Prenota al numero 333.8768190 e riserva il tuo tavolo.

L’offerta: poche parole, molta sostanza
Il menu ti propone il meglio dei salumi nostrani con prosciutti, salami e la famosa porchetta. Tra i primi trionfano la pasta all’amatriciana e alla carbonara, i classici della cucina romana, mentre i secondi mettono in tavola tutto il gusto delle carni come la salsiccia e le fettine di manzo. Per finire non perderti il tiramisù e le ciambelle al vino, una vera delizia per il palato!

Se sei stanco dei posti formali dove camerieri ingessati ti servono fredde composizioni artistiche, allora hai trovato il posto giusto. Dar Burino dà importanza a quello che conta, il cibo e il tuo divertimento!
Poche parole, molta sostanza: provare per credere!



Sai qual è l’origine della parola “burino”?

Con il termine burino, in dialetto romanesco viene designato il contadino, il campagnolo e, in senso esteso, la persona rozza o volgare. Nell'etimo popolare si è formata la falsa credenza che il termine abbia origine con riferimento ai pastori provenienti da fuori città per vendere il burro (in romanesco attuale: buro). In realtà deriva dal latino buris ovvero dal timone dell'aratro, il bure, con cui veniva governata l'aratura dei campi ed era il termine con cui venivano designati i braccianti romani, ingaggiati come lavoratori stagionali nella Maremma Romana.

Al giorno d'oggi il termine ha un valore ambivalente: uno dispregiativo per indicare persone e atteggiamenti vistosamente pacchiani, oppure uno bonario e scherzoso nella parlata colloquiale. Originariamente, secondo altre fonti, indicava i pastori che vivevano nella zona del Lago di Bracciano, e che vivevano anche di pesca utilizzando uno strumento chiamato burio, creato nel IV secolo d.C. dalla famiglia Avantarius.
Wikipedia.org


Invita un amico! Appena si registra e partecipa al deal, tu guadagni 6 Euro per i tuoi prossimi deal.
Altre deal della stessa categoria
Altri deal nella stessa città
Altri deal in Italia
Altri deal in altre categorie