GrouponMag ROMA

Street food a Roma: 3 posti da provare

Scritto da GIULIA DIACONO | 4.7.2014 |
Street food a Roma: 3 posti da provare

Da qualche anno parlare di street food vuol dire parlare di cibo di moda ma se pensiamo a Roma e alla sua lunghissima tradizione ci accorgiamo che lo street food c’è sempre stato. Fin dai tempi delle tabernae romane gli alimenti venivano esposti, cucinati e venduti direttamente sulle strade. Un bellissimo esempio di taberna si può ammirare nei Mercati di Traiano a Roma.

Ma perché il cibo di strada è così popolare? Prima di tutto perché è veloce e pratico, spesso è servito in cartoccetti creati appositamente per gustare il proprio cibo per strada. Un altro punto a suo favore è il prezzo, in genere si agita intorno a pochi euro e fa da piatto unico, con un frullato di frutta o un centrifugato di verdura fa da pasto completo. Qui di seguito trovate i tre locali di street food che secondo me meritano almeno una visita, vedrete che non vi basterà e vorrete tornare per assaggiare il resto.

Mordi e Via Roma

Il posto che non ti aspetti

All’interno del nuovo mercato Testaccio, in via A. Volta (lato via B. Franklin) più precisamente al box 15, trovate Mordi e vai, un piccolo chiosco che racchiude al suo interno tutti i piatti più tipici e gustosi per non dire goderecci della cucina tipica romana, al nome “mordi e vai” io sicuramente aggiungerei “e ci ritorni” più e più volte, fino a che non hai esaurito tutte le combinazioni possibili per poi ricominciare da capo. Io mi sono innamorata del panino con la lingua in salsa verde, devo confessare che c'ho fatto colazione la mattina che sono andata a fare le foto al mercato, sono passata lì accanto e non ho saputo resistere. Le specialità sono il panino con bollito e il panino con la trippa, una delle più buone che io abbia mai mangiato. Prezzo più che concorrenziale, 3€ per un panino fresco farcito sul momento con quello che più vi piace.

Spasso Roma

Il nuovo che stupisce

Inaugurato alla fine dello scorso anno, Spasso food vanta già numerose recensioni. Locale fresco e alla moda senza però risultare spocchioso. Da Spasso food, oltre ai polli arrosto allevati all'aperto (si può acquistare un pollo Campese intero rigorosamente allevato all’aperto 8 euro intero, 4,50 mezzo), trovate piatti realizzati espressi come i ravioli di ricotta e limone, la ‘matriciana d’altri tempi o la picchiapò primaverile. Le confezioni sono tutte quante comode per essere mangiate per strada, a spasso appunto, senza il rischio di sporcarsi. I prezzi sono nella media, direi accessibili e tutti al di sotto degli 8.

Trapizzino Roma

Il "vecchio" che non stanca mai

Arriviamo alla mia grande passione, chi ha avuto modo di leggere i miei articoli precedenti, sa che io sono forse la prima fan di Stefano Callegari, il papà del famoso Trapizzino. Le ricette cambiano ogni giorno, sono tantissime ma ogni giorno ne vengono scelte alcune in base alle materie prime acquistate che devono essere tutte rigorosamente fresche. Si va dai classici della cucina romana tra cui polpette al sugo, coda alla Vaccinara (in assoluto il mio preferito), lingua di vitella in salsa verde, trippa alla romana, abbacchio arrosto, fino alle ricette etniche con l’ormai famoso Zighinì, piatto della tradizione africana, uno spezzatino di carne di manzo cotta con berberè (spezia africana dal carattere piccante) pomodoro e cipolla. I prezzi anche qui sono abbordabilissimi, massimo 5€

Amaradolcezza
Scritto da Giulia Diacono Amaradolcezza
Giulia, classe 1985, una laurea in scienze della formazione primaria. Di giorno insegnante di sostegno e di sera foodblogger e foodlover. Mi piace girare per i vicoletti della mia città in cerca di posti nuovi da "assaggiare".Non amo i posti "tutto fumo e niente arrosto" invece prediligo quelli semplici e tranquilli, dove gustare in tutta calma il mio pasto. Il mio blog, Amaradolcezza nasce nel 2009 come ancora di salvezza, perché questo nome? Perché la vita è così... amara come un caffè fumante e dolce come un tenero biscotto.

{}