chiudi
Approfitta di uno sconto fino al -25% su Vicino a te. Codice: BELLAVERA. Scade domani. Alcuni deal esclusi.

SABATINI

Via Panzani 9A, Firenze

Menu guidato al tartufo e tagliata al Brunello per 2 persone da Sabatini Lounge Area in via Panzani (sconto 68%)

Scegli opzione

In sintesi

Ristorante di nobile gastronomia, ospita da quasi un secolo i fiorentini che contano e accoglie un’esigente clientela internazionale

Recensioni clienti su Groupon

Questo deal non ha ancora nessuna recensione.

A proposito di questa offerta


Menu guidato con tartufo e tagliata al Brunello per 2 persone a 49,90 € invece di 157 €

Il menu include a testa:

  • primo con taglierini freschi al tartufo nero di Norcia
  • secondo con tagliata di Chianina al Brunello aromatizzato su caponata di verdure
  • dolce del giorno preparato dal maitre patissier
  • calice di Chianti Classico Riserva 2012
  • bottiglia d’acqua ogni 2 persone
  • coperto

Condizioni

Utilizzabile entro 6 mesi dall’acquisto del coupon
Nessun limite di acquisto e utilizzo
Valido da martedì a domenica 13-14.30 e 20-24
Prenotazione online
Prezzo originale verificato il 07.09.2016 sulla base del prezzo medio praticato (info)
Consulta le condizioni generali


Come si fa?
Prenotazione online alla pagina https://prenota.groupon.it. Se hai ricevuto un coupon regalo, clicca sul tasto "Prenota" e, alla pagina https://prenota.groupon.it, su "Prenota il tuo regalo"
Eventuali codici sconto potrebbero non applicarsi a questo deal

Info su Sabatini

Nel cuore antico di Firenze, da oltre ottant'anni Sabatini è un gioiello di raffinatezza, profumi e sapori dove la cultura si mescola "tra le pappardelle e la bistecca". Il locale è l'unico ristorante in Italia a presentare un menu completo flambé, con piatti cucinati davanti agli ospiti, che diventano protagonisti di un'esperienza da ricordare nel tempo. Insignito di numerosi premi gastronomici e conosciuto a livello internazionale, Sabatini propone con orgoglio la buona cucina tradizionale affidandosi alla maestria degli chef Filippo Lo Monaco e Gerardo Cavaliere.