Maratona Hitchcock - 39 Scalini e il Club dei 39 il 4 e 7 aprile al Teatro Martinitt di Milano (sconto fino a 38%)

TEATRO MARTINITT

Fino a 38% di sconto
20+ acquistati
Scegli opzione

Recensioni clienti


Recensioni verificate al 100%
Tutte le recensioni provengono da persone che hanno riscattato i deal con questo partner.
Questo deal non ha ancora nessuna recensione.

L'offerta comprende


Scegli tra 2 opzioni

  • Spettacolo Teatrale 39 SCALINI - 4 aprile 2019, ore 21 - Settore Platea a 18 € invece di 26,04 €

  • Pacchetto Maratona Hitchcock: 39 SCALINI + dibattito + IL CLUB DEI 39 - 7 aprile 2019, dalle ore 18 - Posto unico a 20 € invece di 32,04 €

Pacchetto Maratona Hitchcock include:

  • 39 SCALINI - spettacolo teatrale alle ore 18
  • Dibattito Tavola Rotonda Il Club dei 39 tra letteratura, cinema e teatro alle ore 20
  • IL CLUB DEI 39 - proiezione del film alle ore 21.30

39 Scalini (spettacolo teatrale)

  • di John Buchan
  • regia di Leonardo Buttaroni
  • adattamento di Patrick Barlow
  • con Alessandro Di Somma, Diego Migeni, Yaser Mohamed, Marco Zordan

Con oltre 10 anni di repliche a Londra, vincitore del Premio Cerami 2016 come miglior spettacolo, miglior attrice non protagonista Y. Mohamed, miglior attore non protagonista A. Di Somma, miglior scenografia, migliori costumi.

Una pièce alla Fregoli: solo 4 attori, abili trasformisti, per ben 40 personaggi. Un quartetto affiatato – e come potrebbe funzionare altrimenti? - interpreta, anche contemporaneamente, buoni, cattivi, uomini, donne e persino oggetti inanimati. Un racconto serrato, incalzante e velocissimo, dalle pennellate noir, che si ispira alla pellicola girata nel 1935 dal maestro del brivido, Hitchcock. Gli ingredienti tipici del grande Alfred ci sono tutti: l’umorismo graffiante, l’alta tensione e la suspense. Ne vedremo delle belle tra intrighi, gag esilaranti, colpi di scena e citazioni cinematografiche… Un giù-la-maschera-su-la-maschera dai ritmi vertiginosi che lascia senza fiato e con il fiato sospeso.

Tavola Rotonda Il Club dei 39 tra letteratura, cinema e teatro

Ospiti:

  • Leonardo Buttaroni - regista dello spettacolo 39 Scalini
  • Mariana Marenghi - libraia e fondatrice della libreria Covo della Ladra
  • Simone Scafidi - regista cinematografico e docente di regia presso La Civica Scuola di Cinema “Luchino Visconti”
  • Davide Dubinelli - redattore e cofondatore del sito LongTake

Il Club dei 39

  • di Alfred Hitchcock

Trasposizione cinematografica del romanzo di John Buchan “I 39 scalini” (nel 1959 e nel 1978 saranno girati due remake rispettivamente dai registi Ralph Thomas e Don Sharp).

Un Hitchcock sicuramente alle prese con l’abbecedario del brivido che lo avrebbe immortalato, ma già ossessionato da trame di spionaggio internazionale. La suspense quasi sempre soppiantata dalla commedia degli equivoci è ben lontana dalle prove asfittiche del maestro del brivido nelle pellicole successive. Qui il filo della tensione viene scosso solo al principio, quando la MDP segue nervosa le falcate dei protagonisti per poi inquadrare da un squarcio accidentale il palco centrale, dal quale è palesata la dicotomia tra la staticità del circostante contingente (le domande del pubblico al Maestro della memoria riguardano solo eventi relativi al passato, accaduti), e il dinamismo di Hanney “Quanto dista Winnipeg da Montreal?”. Un moto solo esteriore però, che si sostanzia nella circolarità di una sinossi filmica il cui cerchio si conchiude-conclude sul teatrino dell’incipit, senza profitto di consapevolezze interiori del protagonista, personaggio inverosimile, in realtà troppo scaltro per assurgere a status di pedina involontaria degli eventi. Così come inverosimile è il proiettile sul palco nella sequenza finale in cui un illustre esponente di spionaggio internazionale sceglie di sparare in un teatro gremito di gente all’omino della memoria che a sua volta sceglie di recitare pappagallescamente il “bugiardino” della definizione del club dei 39 scalini, infine solo accennati e mai esperiti in concreto nell’economia generale del film.

Figure femminili di scarso rilievo, dalla spia dapprima smascherata ed uccisa alla biondina del treno talmente fagocitata dalla liaison da non suggerirgli la fuga dopo l’ascolto accidentale della telefonata delle spie; l’unica eroina è la giovane moglie della brughiera irlandese pronta a sacrificarsi per la fuga di Hanney, annientata dall’eco del vuoto della sua quotidianità coniugale. La pellicola rimane tuttavia una delle più celebri del periodo inglese hitchcockiano e che ebbe il merito di portarlo all’attenzione di Hollywood.

Teatro Martinitt

Dal 2010 La Bilancia Produzioni gestisce il Teatro Martinitt di Milano. Dopo 9 stagione dedicate alla prosa brillante, il Martinitt è considerato oggi il tempio della comicità Milanese. Un teatro entusiasta, dai grandi numeri, che crede davvero nei talenti - consolidati o emergenti - della moderna drammaturgia di casa nostra.

Questo deal è offerto da La Bilancia Società Cooperativa. Contatti del partner: telefono 02.36580010.

Condizioni


Validità: vedi date e orari in descrizione
Dove: Teatro Martinitt di Milano
Ritiro biglietti: a partire da mezz'ora prima l'inizio dello spettacolo
Limiti: ingresso per una persona, solo per l'opzione acquistata
Info ulteriori: il posto viene assegnato dalla produzione, non è possibile sceglierlo. Posti vicini per più biglietti acquistati tramite lo stesso account Groupon.
Stampa e porta con te il coupon. Offerta non soggetta ai diritti di recesso, ai sensi dell'art. 59, comma I, lettera n del D.Lgs. 206/2005 (Codice del Consumo)
Prezzo originale verificato il 15.03.2019 (info)
Consulta le condizioni generali

Info su Alfred Hitchcock


Alfred Hitchcock

Vita notturna, Teatro, Tempo libero o svago, Spettacolo teatrale, Tickets
Acquistando questo deal, guadagnerai punti che possono essere spesi per ottenere sconti e vantaggi. Per ogni 5000 punti guadagnati puoi ottenere uno sconto di 5€ sul tuo prossimo acquisto.