GrouponMag

Spinning: benefici e vantaggi dell'indoor cycling

Scritto da FEDERICA GIULIANI | 15.2.2015 |
Spinning: benefici e vantaggi dell'indoor cycling

Che si voglia dimagrire o solo rimanere in forma, lo spinning – o Indoor Cycling - è l'attività perfetta. È entrato nelle palestre italiane già da parecchi anni, ma riscuote sempre più consensi grazie al grande dispendio di calorie che provoca. Vediamo come funziona.

COS'È E COME SI SVOLGE

Lo spinning è un allenamento aerobico che, nel 1995, è stato importato in Europa dagli Stati Uniti.  È nato come preparazione in luoghi chiusi per il ciclismo su strada ma si è evoluto grazie al suo inventore: un ciclista americano che ha creato il metodo d'allenamento integrando la tecnica di pedalata a varie velocità, la tecnica di concentrazione e il coinvolgimento tipico del training autogeno con l'accompagnamento di scelte musicali appropriate.

Durante la lezione, che non dura più di 50 minuti, il gruppo viene condotto dall'istruttore a raggiungere ritmi di pedalata adatti alla musica utilizzata. Si vuole portare il “ciclista” lungo un viaggio fatto di concentrazione e coinvolgimento, per abituare corpo e mente a superare le proprie capacità.

Classe spinning

A COSA SERVE

Il dispendio energetico durante la pratica dello spinning è pari a 540 Kcal/h e questo lo indica come un ottimo allenamento aerobico, anche se alterna fasi di sforzo in cui si oltrepassa la soglia anaerobica a fasi di recupero attivo. Visto il grande sforzo cardiovascolare, è importante che le lezioni siano guidate e suddivise secondo l'intensità dello sforzo. Inoltre, consente la tonificazione di glutei e gambe, oltre a migliorare il sistema cardiovascolare e rafforzare la pompa cardiaca. Per ottenere risultati ottimali, però, è necessario praticarlo due o tre vole alla settimana.

CHI LO PUÒ PRATICARE?

Lo spinning è adatto a tutti perché garantisce, con il corretto uso della bike, allenamenti specifici per ogni richiesta. Ad esempio, le persone sovrappeso possono sostituire la sella in dotazione con una più larga e comoda oppure sollevare il manubrio uno o due scatti in più, rispetto alla sella, quando ci sono problemi di rigidità della colonna. Gli ipertesi, invece, dovranno evitare le accelerazioni per evitare una eccessiva pressione nel ritorno del sangue al cuore. È adatto ai non vedenti: un protocollo particolare è stato realizzato mediante opportuni accorgimenti. Lo spinning si conferma, quindi, come un'attività duttile ed efficace proponendosi come valido strumento terapeutico.

bici spinning

LA BIKE ADATTA

La bike utilizzata per lo spinning non è una semplice cyclette da casa, ma presenta delle caratteristiche specifiche per la pratica di questa attività.

·     Il telaio deve essere molto robusto e regolabile in modo da essere adattato a ogni necessità.

·     Deve resistere a un alto grado di sollecitazioni meccaniche.

·     Il manubrio deve consentire il corretto appoggio delle mani a tutte le andature e non deve causare vizi posturali durante la pedalata.

·     Il sistema di regolazione della resistenza deve essere micrometrico in modo tale da potersi adattare a ogni grado di difficoltà.

Lo spinning, che si pratica in gruppo, è divertente e motivante oltre al fatto che non fornisce scuse per evitare l'allenamento: si svolge al chiuso e non c'è meteo che tenga!

fitness su Groupon

Articoli correlati
Tutto quello che devi sapere sulla zumba
Tutto sul pilates
Tutto sullo yoga
Corsi di fitness antistress

Federica Giuliani
Scritto da Federica Giuliani Federica Giuliani

Federica Giuliani, giornalista e scrittrice, è nata viaggiando. Ama osservare il mondo da angoli inconsueti per raccontare storie su luoghi e persone. Appassionata di cibi buoni e originali afferma che “non si può dire di avere davvero conosciuto un luogo senza averlo anche assaggiato".

{}