GrouponMag VENEZIA

Templari e massoni a Venezia, tutti i segreti da scoprire

Scritto da LIZ | 1.6.2015 |
Templari e massoni a Venezia, tutti i segreti da scoprire

Se penso alle mille sfaccettature che una città come Venezia riesce a mostrare dovrei non stupirmi del fatto che esistano anche testimonianze, visibili, del passaggio dei Templari. Una città da “tutti i gusti più uno” per dirla un po’ alla Harry Potter, una città che non annoia e che ha sempre qualcosa di nuovo da svelare e da offrire, compreso questo lato un po’ meno conosciuto che riguarda il mondo misterioso dei massoni e dei templari.

Da poco Venezia ha compiuto 1594 anni; i palazzi e le calli che vediamo oggi sono gli stessi che Casanova, noto membro della loggia massonica veneziana fondata nel 1746, viveva ai suoi tempi. È probabile che di simboli ed indizi riguardo i luoghi e le azioni di Templari e Massoni ce ne siano moltissimi a Venezia, alcuni magari ancora non scoperti, io vorrei soffermarmi su tre luoghi in particolare, facili da raggiungere e facili da vedere, ma che forse, nemmeno i veneziani doc conoscono.

Venezia

Palazzo Ca’ Vendramin Calergi

Tutti lo conosciamo come il Casinò di Venezia, ma di fatto, un tempo, era uno dei palazzi delle famiglie nobili veneziane. Il nome è dato da un matrimonio tra la famiglia Vendramin e la famiglia Calergi. Poi, nel corso degli anni il palazzo fu venduto, fino ad arrivare nelle mani del comune di Venezia ed essere ciò che è oggi. Ma ciò che c’è di interessante in questo palazzo non è solamente la sua storia e la bellezza delle sue sale, ma bensì una scritta, fatta incidere sulla facciata, che riposta il seguente testo: “Non Nobis, Domine, Non Nobis”, prime parole del motto templare che continuerebbe così “sed nomini tuo dat gloriam” che tradotta significa: “Non a noi, Signore, non a noi, ma al tuo nome dà gloria”. Questa incisione dà un pochino da pensare: perché è stata scritta? I Vendramin –Calergi erano massoni? O lo erano i Loredan prima di loro? Non c’è dato saperlo con certezza, ma probabilmente alcuni membri della famiglia Vendramin erano parte dell’Ordine dei Nuovi Templari. Si dice anche, che le stanze dell’attuale Casinò di Venezia abbiano ospitato le riunioni clandestine dell’ordine.

Chiesa di Santa Maria Maddalena

Noi veneziani la chiamiamo semplicemente La Maddalena, ed è una chiesa che già a prima vista si presenta diversa dal solito, è, infatti, di pianta circolare. Da notare, all’interno dell’architrave, è stato inciso il simbolo del terzo occhio e poco sotto è riportata la scritta “Sapientia edificavit sibi domum”, che significa: “La Sapienza si è costruita la casa”, noto, infatti, era il culto verso la conoscenza dei templari. Se poi ci fate caso e non vi fermate a guardarla solamente di fronte, vi accorgerete che esattamente dalla parte opposta all’entrata principale c’è una porticina piccola, piccola.. che sia stata la porta d’ingresso per coloro che venivano ammessi all’ordine? Purtroppo la chiesa non è visitabile, almeno per il momento.

Sa Pietro

Chiesa di San Pietro in Castello

Ci spostiamo un pochino più verso il Sestiere di Castello questa volta, nella zona in cui ancora noi veneziani riusciamo a vivere un po’ distaccati dal turismo invadente, in cui girare per le calli è ancora un piacere, evitando gomitate a destra e a manca.

Forse non tutti sanno che la Chiesa di San Pietro in Castello cela qualcosa direttamente riconducibile ai cavalieri templari.

All’interno della Chiesa si trova il Trono di San Pietro. Si dice sia appartenuto all’apostolo e che fosse stato il nascondiglio del Santo Graal, quando i Templari lo portarono in Europa, o per lo meno questo è quanto dice un’antica leggenda veneziana. Particolare è lo schienale, una stele funeraria araba che riporta alcuni versetti del corano.

Questi sono solo tre esempi di come la massoneria fosse parte integrante della vita veneziana. Casanova ne è un esempio lampante ma moltissimi personaggi nobiliari, anche piuttosto famosi, condividevano questo credo. 

Venezia è affascinante da diversi punti di vista ma su questo ci avreste mai scommesso?

Articoli correlati

I palazzi imperdibili di Venezia

Leggende di Venezia: Casino degli Spiriti e Palazzo Mastrelli

Eventi e tempo libero a Venezia

Blog di Viaggi Ve
Scritto da Liz Blog di Viaggi Ve
{}