GrouponMag ROMA

I migliori ristoranti eritrei ed etiopici di Roma

Scritto da FRANCESCA SPANÒ | 4.2.2015 |
I migliori ristoranti eritrei ed etiopici di Roma

Viaggiare verso destinazioni lontane è sognare ma ogni luogo mitico passa inevitabilmente dalla cucina locale. Ancora di più quando si tratta di differenti continenti. Capita, dunque, che gli infuocati tramonti d’Africa restino nel cuore come Lo Zighini, piatto unico dell’area somala o che un tour nella savana, faccia venir tanta fame da aver voglia di fare una scorpacciata di verdure alle spezie. Accostamenti apparentemente opposti ma che finiscono per convergere in un'unica grande certezza: l’Africa è un luogo affascinante e ipnotico, dalla tavola ai paesaggi. La cucina etiopica-eritrea è tutto questo: un mix di influenze e suggestioni, un modo per spostarsi magari senza essersi allontanati dalla propria città di riferimento. Ecco perché a Roma i ristoranti etnici di questo tipo, sono sempre più richiesti.

Non è vero che per provarne i sapori reali bisogna necessariamente raggiungere l’Etiopia o l’Eritrea. Certo, capita che per adeguare i sapori al palato occidentale gli chef siano più parsimoniosi con le spezie, ma in cucina quasi sempre non mancano cuochi provenienti da questi Paesi, che non hanno perso le loro tradizioni più vere tra i fornelli.

Curiosità e dettagli della cucina etiopico-eritrea

Prima regola: si mangia con le mani. Sì è vero, se proprio non riuscite a rinunciare all’uso della forchetta, ve la forniranno su richiesta. Ricordate però, è sempre un’altra esperienza cercare di entrare per un attimo nella cultura di un popolo, anche con questi piccoli gesti.

Seconda regola: i piatti etiopici ed eritrei, hanno degli elementi simili ma non sono uguali. Nel secondo Paese, ad esempio, si fa un uso meno contenuto di pesce.

Terza regola: se vi trovate in città, non vi resta che provare. I locali sono tanti e quasi tutti hanno una lunga storia che ne indica serietà e cura maniacale dei piatti e della mise en place.

Ed ecco quindi una lista di ristoranti eritrei a Roma.

Asmara

Ristorante Asmara

Si trova a breve distanza dalla Stazione Termini e anche se è piccolo è curato nei particolari. Si può ordinare l’antipasto misto o piatti principali a base di carne o, ancora, lo Zighini di manzo o agnello, tanto per citare i piatti più famosi. Si può concludere il pasto con il dolce al sesamo africano e il tè alla cannella.

Ristorante Asmara, via Cernaia, 36.

Enqutatash

Ristorante Enqutatash

Locale etiopico, dove Fasika la moglie del proprietario propone il meglio delle sue specialità seguendo i riti dell’arte dell’accoglienza locale. Giovanni, di madre etiope e padre italiano, vive in Italia da tanti anni e il ristorante è ormai una istituzione per chi adora questo tipo di cucina.

Ristorante Enqutatash, via della Stazione Prenestina 55/57. Tel: 334/8083965

Corno d’Africa

Ha aperto i battenti nel 2009, grazie ad Almaz e Franco e alla passione dei proprietari per la loro terra. L’idea è quella di trasmettere le usanze del continente africano, a partire dall’Etiopia e dall’Eritrea.

Corno d'Africa, via Folco Portinari 7. Tel: 0653273923

Africa

Il nome conferma chiaramente il tipo di proposte culinarie che si possono scegliere. Nel menù piatti tradizionali, per una spesa totale che va dagli 11 ai 32 euro circa.

Ristorante Africa, via Gaeta 26-28.

Zighini

Perfetto per chi adora la cucina speziata, in un ambiente intimo e in un locale raramente troppo affollato.

Zighini, via dei Monti di Pietralata 43. Tel: 064500308

Mesob

Mesob

Mesob: un posto particolare che permette di intraprendere un vero e proprio viaggio alla scoperta della millenaria cultura etiope, con tradizioni gastronomiche e sapori particolari.

Mesob, via Prenestina 118. Tel: 3382511621

Sahara

Sahara

In Africa sedersi a tavola è quasi un rito, qualcosa di sacro ed è anche il momento in cui famiglia e comunità si riuniscono. Niente fretta o smartphone, è un attimo da vivere fino in fondo e questa è pure la filosofia del locale.

Sahara, viale Ippocrate 43. Tel: 0644242583

Articoli correlati

Pausa pranzo a Testaccio, Roma: ecco dove mangiare 

Le 10 carbonare imperdibili di Roma tra tradizione e innovazione 

Castroni, i punti vendita di Roma per veri foodies

Francesca Spanò
Scritto da Francesca Spanò Francesca Spanò
{}