GrouponMag VENEZIA

La Collezione Peggy Guggenheim di Venezia per chi ama l'arte moderna

Scritto da VALENTINA PARO | 22.9.2014 |
La Collezione Peggy Guggenheim di Venezia per chi ama l'arte moderna

Se pensate che Venezia sia solo gondole, vecchi palazzi settecenteschi e musei d'arte antica vi sbagliate: Venezia ha molto da offrire anche a chi ama l'arte moderna e contemporanea. Affacciato sul Canal Grande, vicino a Punta della Dogana e immerso in un quartiere affollato di gallerie e laboratori artistici c'è uno dei più importanti musei dell'arte del XX secolo: la Peggy Guggenheim Collection – esposizione sorella dei famosi musei Guggenheim di New York e Bilbao – dove la grande mecenate d'arte americana Peggy Guggenheim** raccolse le opere dei più importanti artisti americani ed europei di inizio Novecento.

La Peggy Guggenheim Collection di Venezia è incredibile perché oltre ad accogliere in un piccolo spazio una varietà molto vasta di opere di artisti dell'avanguardia contemporanea del calibro di Pollock, Kandinsky, de Chirico e Mirò, si trova in un palazzo veneziano di per sé molto particolare – Palazzo Venier dei Leoni – che per 30 anni è stato la casa di Peggy.

E' questo il bello: quando si visita la mostra sembra di entrare a casa di qualcuno. Per ammirare le opere (che non sono quasi mai protette da vetri e teche) si passa dall'ingresso, alla sala da pranzo, dalla camera da letto, al salotto, al giardino e ci si rende conto che quelli non sono solo spazi espositivi, ma luoghi di vita vissuta, e di come l'arte sia stata parte integrante della vita di questa donna carismatica e moderna.

I quadri in alcuni casi mantengono ancora la posizione originaria che avevano quando Peggy abitava a Palazzo Venier dei Leoni!

Uno degli angoli più particolari di questa collezione è il giardino dove coesistono sculture “en plain air” tra cui scritte a led, statue di bronzo ed un trono bizantino dove Peggy amava farsi ritrarre circondata dai suoi cani (per questo i veneziani l'avevano soprannominata “dogaressa con i cani”). I cani che sono stati suoi compagni fedeli di vita e che sono sepolti in un angolo di quel giardino e dove lei stessa alla sua morte ha voluto fossero conservate le sue ceneri.

tomba peggy guggenheim

Nella vicina struttura che ospita la caffetteria e il bookshop vengono poi organizzate esposizioni temporanee su esponenti di spicco di alcuni movimenti dell'arte del XX secolo o su interi movimenti.

Ogni spazio della Collezione è visitabile liberamente, utilizzando audioguide o facendosi accompagnare dalle giovani ed entusiaste guide del museo. Inoltre in alcuni momenti della giornata è possibile partecipare gratuitamente a piccole conferenze dove si racconta la storia di Peggy, o in cui si affrontano le opere di particolari artisti.

Le stanze sono piccoline perché si tratta pur sempre di un'abitazione privata, ma mai troppo affollate perché i visitatori possono distribuirsi in maniera autonoma tra le varie sale e gli spazi esterni. Anzi, è facile anche trovare una panchina nel giardino o nel cortile con vista Canal Grande dove sedersi ad ammirare le opere, o, perché no, prendersi una pausa e riposare circondati dall'arte.

La Peggy Guggenheim Collection si raggiunge con facilità prendendo la linea 1 del vaporetto (fermata Accademia o Salute) o la linea 2 (fermata Accademia). In alternativa si può raggiungere a piedi seguendo le indicazioni per l'Accademia o la chiesa della Madonna della Salute.

Collezione Peggy Guggenheim
Palazzo Venier dei Leoni Dorsoduro 701 I
Orario Apertura 10-18 tutti i giorni
Chiuso il martedì e il 25 dicembre

Altre risorse utili
Trova biglietti in offerta per le mostre a Venezia
La Biennale di Venezia
10 cose non turistiche a Venezia

Diario in Viaggio
Scritto da Valentina Paro Diario in Viaggio
{}