GrouponMag

La dieta a punti: cos'è e come funziona

Scritto da SARA ROSSI | 16.12.2015 |
La dieta a punti: cos'è e come funziona

Gli anni ‘70 oltre a dare vita alla moda dei pantaloni a zampa e della disco music hanno dato il loro contributo anche riguardo alle diete. Precursore delle fidelity card da supermercato, il dottor Rizzoli ha elaborato una dieta, chiamata dieta a punti, di cui forse in pochi sono a conoscenza.

Oggi oggetto di molte critiche, all’epoca questa nuova formula dimagrante rappresentò una svolta libertina e personale per riuscire a perdere peso in poco tempo senza sottostare alle regole ferree dei dietologi di quegli anni.

dieta a punti

Le curve femminili e le pancette maschili hanno così iniziato a modificarsi secondo un sofisticato sistema di calcoli matematici e punteggi. In base al peso della persona infatti viene assegnato un certo numero di punti giornalieri, che andranno spesi con parsimonia e scalati in base ai cibi mangiati. Ad esempio se le verdure non comportano la sottrazione di punti, una carbonara mangiata al ristorante e cucinata a regola d’arte o un cannolo siciliano potrebbero farvi esaurire in un solo boccone tutti i vostri crediti a disposizione. Avere nella vita il piatto bucato oltre al portafoglio potrebbe essere dunque molto rischioso.

I cibi hanno un punteggio basato sul sistema americano Weight Watchers ma sta poi alla singola persona stabilire cosa mangiare e cosa no. Tuttavia è proprio in questa totale libertà di scelta degli alimenti che risiede il problema di questa dieta, che può creare scompensi alimentari e portare a una scelta comunque sbagliata per il proprio fisico.

Usare la testa e non solo il gusto non è mestiere per tutti: oltre alla voglia di tornare in forma occorre infatti conoscere al meglio il proprio corpo, sapere i corretti apporti nutrizionali dei cibi e non improvvisare. Ma per chi è curioso di sapere come funziona questo sistema a sottrazione ecco qualche esempio utile:

Una donna con un’altezza media dai 155 cm ai 170 cm ha a disposizione:

Da 18 a 24 punti con un peso fino a 70 kg

Da 20 a 25 punti con un peso tra i 71 e gli 80 kg

Dai 22 ai 27 punti con un peso tra gli 81 e i 90 kh

Dai 26 ai 30 punti con un peso oltre i 100 kg

Un uomo con un’altezza media dai 170 cm ai 185 cm ha a disposizione:

Da 22 a 26 punti con un peso fino a 80 kg

Dai 24 ai 29 punti con un peso tra gli 81 e i 90 kg

Dai 26 ai 30 punti con un peso tra i 91 e i 100 kg

Dai 28 ai 32 punti con un peso tra i 100 e i 110 kg

dieta frutta

Questi i punteggi attribuiti ai vari alimenti:

0 PUNTI

FRUTTA: albicocche , mela, nespole, fragole, ribes, mandarini, arance, pompelmo, pesca noce, ananas, kiwi, mela, melone, cocomero.
VERDURA: bietole, carciofi, sedano, melanzana, cavolo, broccoli, zucchine, zucca, cipolla, crescione, cavolfiore, cuori di cappuccina, indivia, scarola, asparagi, spinaci, fagioli, pomodoro, carota.
BEVANDE: acqua, infusioni di erbe, tè, caffè.

1 PUNTO

FRUTTA: 4 albicocche secche, 2 fichi, da 10 a 15 ciliegie, 4 prugne, 1 melograno, 3 fette di ananas in scatola, 1 piccola banana, mezzo mango, 15 chicchi di uva, 1 bicchiere di succo di frutta.
CARNE-PESCE-LATTICINI: 1 fetta di prosciutto cotto, 1 cucchiaio di latte condensato, 1 bicchiere di latte scremato, 100 grammi di cozze, 2 fette di tacchino, 2 fette di formaggio da fondere, 4 gamberetti, 2 yogurt scremato.
OLIO-MARGARINA-SALSE: 1 cucchiaino di olio, 1 cucchiaino di margarina vegetale, 1 cucchiaino di maionese, 1 cucchiaino di burro.
PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 2 biscotti integrali, 2 gallette di riso, 1 fetta di pane fresco in cassetta, 1 fetta di pane tostato, 100 grammi di patate lesse, 8 cucchiai di cereali.
BEVANDE: 1 Coca Cola (1,5 punti), 1 bicchierino di vodka, 1 bicchierino di liquore dolce, 1 bicchiere di birra analcolica.

pasta leggera

3 PUNTI

CARNE-PESCE-LATTICINI: una confezione piccola di tonno al naturale, 120 grammi di baccalà, 120 grammi di merluzzo, 120 grammi di orata, 120 grammi di gamberi puliti, 1 uovo, 40 grammi di formaggio bianco, 120 grammi di filetto di vitella, 1 vasetto di yogurt naturale zuccherato o di frutta, 150 grammi di petto di pollo, 120 grammi di petto di tacchino. PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 3 cucchiai di fiocchi d’ avena, 5 cucchiai di piselli, 5 cucchiai di legumi cotti, 2 cucchiai di muesli, 50 grammi di pane, 100 grammi di pasta cotta con le verdure, 3 cucchiai di purè di patate.
EXTRA: 1 tazza di cappuccino, mezza tavoletta di cioccolata, 1 cucchiaio di confettura di marmellata o di gelatina, 1 crepe, 2 biscotti dolci.
BEVANDE: 1 birra, 1 coppa di spumante, 1 bicchiere di vino.

4 PUNTI

CARNE-PESCE-LATTICINI: 120 grammi di tonno fresco , 120 grammi di trota, 120 grammi di bistecca di vitella, 100 grammi di salami, 100 grammi di salsicce, 100 grammi di fegato, 1 bicchiere di latte intero, 30 grammi di formaggio groviera, 30 grammi di parmigiano, 30 grammi di Emmental, 120 grammi di filetto di manzo.
PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 30 grammi di pasta sfoglia, 200 grammi di pasta fresca.
EXTRA: 2 palline di gelato, 2 fette di prosciutto crudo, 1 vasetto di yogurt greco

Ovviamente come tutte le diete, anche la dieta a punti non è esente da critiche e problemi tra cui il fatto che, lasciando libero arbitrio nella scelta dei cibi, si rischia di seguire un regime dietetico sbilanciato e di certo non buono per il nostro organismo. Se avete esperienze con la dieta a punti fateci sapere cosa ne pensate, che regime avete adottato e che benefici avete avuto da questa dieta scrivendoci su Facebook!

Sara Rossi
Scritto da Sara Rossi Sara Rossi
{}