GrouponMag CATANIA

Museo Tattile Borges: a Catania l’arte si guarda con le mani

Scritto da VALENTINA GRISPO | 28.10.2014 |
Museo Tattile
Borges: a Catania l’arte si guarda con le mani

Chi vive a Catania il barocco siciliano lo respira quotidianamente, quello stile architettonico fatto di sculture, decorazioni, giochi di luce e chiaroscuri, quegli edifici imponenti che celebrano l’esuberanza plastica e le lavorazioni ricche e pompose, uno spettacolo per gli occhi che porta i turisti a camminare per la città con il naso all’insù, fotografando le linee morbide dei balconi impreziositi da bizzarri putti e decori floreali. Gli occhi vedono, il cervello immortala e a goderne sono tutti i sensi.

C’è però un posto speciale a Catania dove non si vede con gli occhi ma con le mani, dove il Teatro Massimo Bellini chi non ha la fortuna di vederlo, può toccarlo, far scorrere i polpastrelli lungo i profili e innamorarsene, dove la Fontana del Liotru, la cattedrale di S.Agata, il Castello Ursino, il teatro dei Pupi siciliani sono letteralmente a portata di mano: è il Museo Tattile “Borges” all’interno del Polo Tattile Multimediale di Catania, una vera e propria chicca nel centro della città, in un palazzo del 1700 completamente ristrutturato, che grazie alla minuziosa ricostruzione delle forme in versione tridimensionale, regala un nuovo modo di apprezzare l’arte, toccandola.

Museo tattile

Tanti i pezzi esposti nel museo, tutti accompagnati da targhette in Braille e non solo relativi al barocco siciliano: nella sezione Rinascimento si può toccare il Busto del Cristo Crocefisso di Donatello, la testa del David, il Mosè e l’Aurora; nella sezione Neoclassica si trova la riproduzione fedele della Testa di Medusa di Antonio Canova, la Psiche Abbandonata di Pietro Tenerani.

Un museo che si trasforma in un’esperienza, un punto di incontro non solo per non vedenti ed ipovedenti ma anche per chi voglia avvicinarsi al mondo della cecità e delle sue problematiche.

All’interno della struttura sono presenti anche uno showroom di articoli tiflotecnici e tifloinformatici, un Bar al Buio, dove il non vedente diventa accompagnatore e guida del vedente, un processo che fa crollare lo stereotipo sociale del "diverso" e rende il vedente “diversamente abile”.

Il percorso termina nel Giardino Sensoriale, ricco di piante e fiori tipicamente siculi, con una fontana “musicale” e delle panchine dove rilassarsi e lasciarsi inebriare dal profumo di carrubo, arancio e limone.

Cattedrale Museo Tattile Catania

Un’occasione per mettere da parte la vista, un senso tiranno e prepotente, e lasciarsi trascinare in un avvolgente viaggio multisensoriale.

Museo Tattile “Borges”
c/o Polo Tattile Multimediale di Catania
Via etnea, 602
Telefono: 095500177
Ingresso 2,00 €
Gratis per visitatori non vedenti, ipovedenti

Articoli correlati
Tour alla scoperta di Catania
Idee su cosa fare e vedere a Catania
5 luoghi da vedere a Catania avvolti dalle leggende

Valentina Grispo
Scritto da Valentina Grispo Valentina Grispo
{}