La cucina veneta è basata tradizionalmente su una serie di sapori estremamente delicati ma allo stesso tempo variegati, che affondano le loro radici non solo nella storia, ma anche nella particolare conformazione della regione. A caratterizzare i piatti della tradizione regionale sono in particolare il riso, la polenta, il baccalà e i fagioli. Come si può capire, la gastronomia locale è incentrata su alimenti in definitiva poveri, utilizzati però con grande fantasia. Basti pensare allo stoccafisso alla vicentina, al baccalà mantecato, al risotto ai finocchi, al riso coi piselli, alla minestra di zucca, al fegato alla veneziana, al radicchio al lardo, agli gnocchi di patate alla veronese. Solo in alcuni casi, vengono utilizzati alimenti che nell'antichità erano appannaggio della classi più agiate, come l'aragosta alla veneziana. Tra i dolci vanno invece ricordati la fugazza veneta, i baicoli e gli zaleti con uvetta. Tutte pietanze in cui a predominare è una straordinaria cultura del cibo che è riuscita a preservarsi nel corso dei secoli e che è possibile degustare ancora oggi in tutta le regione, a partire dai ristoranti Vicenza.

Il riso, un alimento tradizionale della cucina veneta

Il riso è l'alimento più usato in assoluto nella cucina veneta, tanto da essere cucinato in ben quaranta maniere assolutamente diverse. Arrivato dalle regioni arabe, grazie agli stretti contatti con la Repubblica di Venezia, a partire dal 1500 ha visto iniziare la sua coltivazione nelle pianure del veronese, tuttora incentrate sulla varietà vialone. Si tratta di un riso dal sapore particolare, derivante con ogni probabilità dalla natura alcalina del terreno ove cresce e dalle acque calcaree. I principali piatti legati al riso, sono il risi e bisi e il risi e figadini, minestre a base di piselli teneri e carne di pollo.

Vicenza, una meta turistica di prima grandezza

Vicenza è una città tradizionalmente meta di un grande numero di visitatori, che arrivano da ogni parte del mondo per visitare, soprattutto, i capolavori palladiani, talmente straordinari da aver spinto l'Unesco a proclamare la città patrimonio dell'umanità, e le tante opere pittoriche diffuse nel polo museale cittadino. Un afflusso continuo di persone che ha naturalmente spinto gli operatori vicentini ad approntare un sistema ricettivo adeguato. In questo quadro non mancano ristoranti in grado di accogliere nel migliore dei modi tutti gli amanti della buona tavola.

I ristoranti Vicenza: tante proposte gustose

I ristoranti di Vicenza, ma anche i bar e le pizzerie, sono tanti e in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi genere, anche dal punto di vista strettamente economico. È infatti possibile trovare locali in cui vengono offerte le tradizionali pietanze venete, ma anche ristoranti che offrono il pesce oppure cibi etnici provenienti da tutte le parti del mondo. Locali di grande livello, abituati ad essere menzionati sulla guida Michelin, oppure più modesti, ma comunque notevoli. Il tutto con la professionalità tipica di chi è abituato a fornire un servizio di livello adeguato all'importanza di una città fondata sulla massima ospitalità per una clientela che si intende accogliere nel migliore dei modi.

Mostra più testo