Usseaux, il borgo occitano dell’Alta Val Chisone

Scritto da Silvia Badriotto | 7 dic 2015

A un’ora e mezza da Torino si trova un piccolo borgo montano dal nome di Usseaux in alta Val Chisone nelle Alpi Cozie. Il suo nome ha probabilmente origini celtiche (uxellos = alto).

usseaux

Il borgo di Usseaux è famoso per le originali meridiane dipinte e i numerosi murales che raccontano la vita contadina e i mestieri di alta montagna che si possono ammirare passeggiando e perdendosi fra i suoi vicoli delle sue borgate.

murale usseaux

Qui ancora oggi si parla il “patouà”, ovvero una variante dell’occitano alpino, la lingua d’Oc parlata un tempo nel sud della Francia. La minoranza linguistico-storica occitana è stata riconosciuta nel 1999 dalla Legge 482 "Norme per la tutela delle minoranze linguistico-storiche".

La composizione e l’armonia delle case in pietra e legno appoggiate l’una all’altra, le fontane, i lavatoi, i forni per il pane, il vecchio mulino ci donano alla vista i segni evidenti della vita quotidiana dei popoli che nel tempo vi hanno vissuto e l’opportunità di godere della bellezza e della tranquillità che la natura offre tra i territori montani dell’Alta Val Chisone. 

Le origini di Usseaux

L'origine di Usseaux (e delle sue borgate) è molto antica e strettamente legata ai diversi popoli che nel tempo abitarono l'Alta Val Chisone lasciando sul territorio impronta della loro cultura, della loro lingua e delle loro tradizioni.

Negli ultimi anni il Comune di Usseaux (www.comune.usseaux.to.it) si è impegnato in progetti di rivalutazione turistica del territorio tanto da ottenere il riconoscimento come uno dei borghi più belli d’Italia (www.borghitalia.it) e borgo sostenibile del Piemonte (www.borghisostenibili.it).

Cosa vedere nelle 5 borgate di Usseaux

Usseaux è composto da cinque mini villaggi fra i più antichi della valle, oggi un bell'esempio di realtà agricola e contadina di alta montagna. 

borgate di usseaux

Tutte e cinque le borgate sono abitate da circa 190 abitanti in totale e si estendono ad un'altitudine che va da 1210 a 2890 metri s.l.m.
Eccole con alcuni consigli su cosa visitare:

  • Perdetevi alla scoperta dei ”murales” situati lungo le stradine ed i vicoli di Usseaux capoluogo, detto appunto il paese del pane e dei murales. Troverete circa 40 dipinti murali il cui tema spazia dalla vita contadina, al mondo della natura e degli animali e personaggi delle favole. Da visitare inoltre il forno della comunità, il mulino ad acqua e la chiesa parrocchiale di S. Pietro. 

murale forno di usseaux

  • Balboutet si trova lasciando il capoluogo, lungo la strada che conduce a Pian dell’Alpe, centro agricolo tra i più importanti della valle per l'allevamento bovino e per la produzione di formaggi
    La borgata è soprannominata il paese del sole e delle meridiane. Si trovano 20 quadranti solari realizzati sui muri delle case e presso la Piazza del Sole vengono illustrate le varie tipologie di misurazione del tempo con un percorso didattico ideale nel sistema solare.

meridiana usseaux

  • Laux - La borgata dell’acqua, con il suo laghetto naturale. All’interno della borgata si trova la chiesa con l’antica meridiana e in piazza la preghiera che ricorda la presenza valdese. Sulle rive del lago si trova un ottimo ristorante che propone cucina alpina e occitana.

lago laux

  • Continuando sulla strada regionale del Sestriere si trova Pourrières, la borgata dell’Assietta, con l’antica chiesa ed il piccolo cimitero e più a monte il Vallone di Cerogne ed il Colle dell’Assietta. 
  • L’ ultimo borgo a monte è Fraisse confinante con il Comune di Pragelato, è la borgata del legno circondata da boschi e da intensa vegetazione e divisa dal torrente Chisone sulla cui sinistra orografica sorge la parte più abitata. 

Nel territorio comunale si estendono in parte i Parchi Naturali Orsiera Rocciavrè e Gran Bosco di Salbertrand rendendo questo territorio uno tra i più ricchi di flora e di fauna delle vallate alpine piemontesi. 

L’insieme di questi 5 piccoli borghi costituiscono un ambiente naturale unico, ricco di boschi e pascoli rigogliosi, con stupende fioriture primaverili ed affascinanti paesaggi coperti di neve. 

borgo di usseaux

Festeggiare l’8 dicembre con “InSTALLArte”

“InSTALLArte” non è solo un mercatino di Natale.

L’8 dicembre 2015 si svolgerà ad Usseaux centro e nelle borgate di Balboutet e Fraisse una manifestazione nata nel 2013 con l’idea di riportare in vita le vecchie stalle del paese. Sarà possibile ammirare questi antichi locali, ristrutturati e riutilizzati come luoghi di lavoro per artisti, artigiani. Per non perdere nulla ci sarà un percorso dalla via principale alle borgate con in evidenza i siti delle stalle. Maggiori info a questo link.

torino