GrouponMag NAPOLI

Il miglior caffé di Napoli si beve a...

Scritto da MENA SANTORO | 9.2.2014 |
Il miglior caffé di Napoli si beve a...

Una delle frasi tipiche tra amici a Napoli? “Andiamo a prenderci un caffè?”. Per noi napoletani il caffè è come la pizza,  ogni ora è quella giusta per deliziare il nostro palato con due delle specialità più famose al mondo. Che sia d’accompagnamento ad un cornetto a colazione, o concluda il pranzo/cena, il “rito” del caffè è d’obbligo e solitamente avviene dinanzi al bancone di un bar seguito da un bicchiere d’acqua naturale o minerale. C’è chi preferisce sorseggiare un po’ d’acqua prima per godere appieno il sapore dell’espresso, e chi invece ritiene opportuno farlo dopo. Il mio consiglio? Bere prima l’acqua. Qualche barista potrebbe offendersi nel vedervi bere dopo; ciò significherebbe non aver apprezzato il caffè.

Dove bere il miglior caffè a Napoli? Sicuramente al Gran Caffè Gambrinus, il prestigioso caffè letterario. Situato in posizione strategica, affaccia da un lato su Piazza Trieste e Trento, e dall’altro sulla rinomata Piazza Plebiscito. Centocinquanta anni di storia e migliaia i turisti e i napoletani che qui hanno avuto il piacere di bere il caffè nelle splendide sale in stile liberty. Buonissimo il caffè alla nocciola, se aggiungete anche un po’ di panna è un vero e proprio toccasana. I prezzi sono un po’ alti rispetto alla media, ma è da provare almeno una volta nella vita.

Gambrinus

E il Caffè del Professore? Vi leccherete i baffi tra ben 63 tipologie di caffè: dal finocchietto al basilico, dal croccantino coffee al black and white, dal kinder coffè alla mousse coffè, dal caffè alla nocciola al classico caffè espresso.

Al Bar Cimmino, in Via Filangieri, una delle strade più prestigiose della città, potrete assaggiare un sublime caffè shakerato alla nocciola accompagnato da dolcetti alle mandorle serviti al banco.

Spostandoci, invece, verso il centro storico, proprio all’angolo di San Biagio dei Librai, troviamo il bar Tonino Tico. Indubbiamente non è all’altezza delle caffetterie sopra citate, in termini di grandezza ed eleganza, ma il caffè è davvero buono. La sua specialità? Il caffè macchiato servito in bicchieri lunghi con i bordi cosparsi di zucchero.

“Ma Lazzarella comme si'? Tu a me mme piace sempe 'e cchiù, e vengo apposta pe' t'o ddí, vicino a scola d'o Gesù”. La Caffetteria Lazzarella prende il nome dalla celebre canzone di Modugno. Situata in Calata Trinità Maggiore, a pochi passi da San Gregorio Armeno, rappresenta una delle caffetterie storiche di Napoli.

Caffettiera

Un caffè tira l’altro al Gran Caffè La Caffetteria, in Piazza dei Martiri. Un must per la Napoli che conta, dove si concilia qualità ed eleganza.

In Piazza Garibaldi, a pochi passi dalla Stazione Centrale di Napoli, a dare il benvenuto a turisti e pendolari il Caffè Mexico con il suo aroma prelibato. Qui potrete anche acquistare miscele e grano macinato. Portate il “piacere” a casa vostra!

Non per forza il caffè va gustato in compagnia. C’è chi preferisce rilassarsi dinanzi ad una calda tazza di caffè in compagnia di un buon libro. E allora il Caffè Letterario Intra Moenia e Archeobar sono la location perfetta! Intra Moenia, in Piazza Bellini è il punto di ritrovo di studenti, musicisti e letterati. Un caffè tra musica e mostre per ripercorrere le tappe storiche della nostra bella città partenopea.

Archeobar, invece, è situato in Via Mezzocannone. Oltre a drink e caffè, potrete rilassarvi nella sala superiore leggendo uno dei tanti libri messi a disposizione nella biblioteca della caffetteria. Situato in zona universitaria, è l’ideale per gli studenti che trascorrono i loro pomeriggi in facoltà.

Il segreto del caffè napoletano? Non è l’acqua, come pensano tutti. A Napoli il caffè non è amato perché è buono: è buono perché è amato!

Mena Santoro
Scritto da Mena Santoro Mena Santoro
{}