GrouponMag ROMA

Mangiare romano a Roma da Flavio al Velavevodetto

Scritto da GIULIA DIACONO | 18.9.2014 |
Mangiare romano a Roma da Flavio al Velavevodetto

Flavio Al Velavevodetto è un’osteria tipica romana nel cuore di Testaccio, uno dei quartieri più antichi e pittoreschi di Roma.

Il locale è molto caratteristico: ci sono due sale interne, con finestre che permettono di vedere i cocci di vecchie anfore che costituiscono lo scheletro del monte, il famoso monte dei Cocci, una vera e propria “discarica” di epoca romana, costituita da innumerevoli strati ordinatamente disposti di cocci (in latino testae, da cui il nome del monte) di anfore olearie sbarcate dal vicino porto fluviale sul Tevere e destinate alla vendita a Roma.

Lo chef Flavio De Maio lavorava nella nota osteria Da Felice a Testaccio, locale rinomato nella zona. Qualche tempo fa ha deciso di cominciare la sua avventura e ha rilevato questo locale portando con sé parte dei collaboratori. Devo proprio dirlo, ha fatto bene: il locale è carino e anche grande, la cucina è ottima, curata ma allo stesso tempo rustica, l’ambiente è luminoso e spazioso e cosa molto importante ti permette di scambiare parole con tutti i commensali senza dover urlare o “appizzare” l’orecchio.

Carbonara

Quando sono andata la prima volta da Flavio Al Velavevodetto ero rimasta contenta ma non entusiasta, ma si sa una seconda possibilità non si nega a nessuno e così sono tornata, complice una cena tra amici mi sono seduta per la seconda volta al tavolo e questa volta ne sono uscita veramente soddisfatta e appagata.

Quella consumata è stata una cena all’insegna della romanità: abbiamo iniziato con antipasti misti ordinari ma sempre buoni, prosciutto e formaggio, ottima la qualità del prosciutto, tagliato bene e con la giusta sapidità.

I primi sono stati tutti piatti della tradizione romana: tonnarelli cacio e pepe, rigatoni alla carbonara, rigatoni alla carbonara, rigatoni alla gricia e un piatto fatto su nostra richiesta, i rigatoni con il sugo della coda, tutti ottimi e ben fatti, l’uovo della carbonara era veramente cremoso e la pancetta morbida e croccante.

Anche per i secondi non ci siamo spostati dalla tradizione, abbacchio per i miei commensali e coda alla vaccinara per me, un piatto che non chiedo spesso ma che amo particolarmente, davvero ben fatto, la carne si tagliava con la stessa forchetta e il sughetto meritava proprio la scarpetta.

Come contorno avevano terminato le puntarelle e abbiamo ripiegato su patate al forno, croccantissime proprio come piacciono a me, e cicoria ripassata.

Una cosa che ho apprezzato veramente tanto è il fatto che tutti i prodotti sono comprati freschi, non vengono comprate quantità eccessive che poi rimangono per giorni nel locale ma tutto è sempre fresco e preparato al momento.

Contorn

Una nota di merito è l’ottimo rapporto qualità prezzo: i prezzi dei primi vanno dai 9 ai 12€, i secondi sono intorno ai 16€, un contorno sui 5€ e per un dolce, famosissimo è il suo tiramisù al bicchiere, sui 6€, tutti i prezzi sono perfettamente in linea con i locali della zona, carne di ottima qualità e verdure di stagione regalano però al locale un punto in più.

Un locale da assaggiare con la comitiva di amici, il venerdì sera, dopo una settimana lavorativa, mangiando cibo confortante e bevendo un bel bicchiere di rosso.

Flavio al Velavevodetto
Via di Monte Testaccio, 97
Telefono: 065744194

Amaradolcezza
Scritto da Giulia Diacono Amaradolcezza
Giulia, classe 1985, una laurea in scienze della formazione primaria. Di giorno insegnante di sostegno e di sera foodblogger e foodlover. Mi piace girare per i vicoletti della mia città in cerca di posti nuovi da "assaggiare".Non amo i posti "tutto fumo e niente arrosto" invece prediligo quelli semplici e tranquilli, dove gustare in tutta calma il mio pasto. Il mio blog, Amaradolcezza nasce nel 2009 come ancora di salvezza, perché questo nome? Perché la vita è così... amara come un caffè fumante e dolce come un tenero biscotto.

{}