GrouponMag NAPOLI

Tartufi che passione, Baccalà che tentazione a Napoli

Scritto da FABRIZIA SPINELLI | 12.1.2015 |
Tartufi che passione, Baccalà che tentazione a Napoli

Un ristorantino a tema nel cuore della movida partenopea con una scritta a caratteri cubitali su una parete della sala che recità così: "Only real pretentious food". Una promessa che Tartufi che Passione, Baccalà che Tentazione a Napoli non smentisce, grazie ai sapori esclusivi e ricercati che sorprendono ad ogni portata.

Il menù offre alternative di carne, pesce, piatti vegetariani e vegani per andare incontro alle esigenze di tutti i clienti, ma io, da grande amante del tartufo quale sono, ho optato per una cena con un unico protagonista.

Come antipasto ho ordinato l'uovo di Paolo Parisi con tartufo, scaglie di mandorla e vellutata di carote. Come mi ha spiegato la ragazza che ci ha seguito per la serata, Paolo Parisi è un famoso allevatore che si prende cura delle sue galline Livornesi con un'alimentazione tutta naturale, inserendo nella loro dieta notevoli quantità di latte di capra freschissimo. Il risultato? Delle uova dal sapore sublime, con un tuorlo leggero dal retrogusto mandorlato. Ecco spiegato l'accostamento con scaglie di mandorle e vellutata di carote; e assaggiandolo scoprirete che insieme al tartufo raggiunge un'armonia a dir poco perfetta.

uovo

Come primo piatto ho scelto qualcosa di molto più semplice e classico, tagliolini burro, olio e tartufo bianco che sono stati la conferma di questo ristorante.

Per conludere la serata non ho saputo rinunciare ad un piccolo peccato di gola: un tortino al cioccolato caldo al sapor di pistacchi di bronte.

Tartufi che Passione è stata una piacevole scoperta e il menù in continuo cambiamento a seconda dei prodotti di stagione è un incentivo a farlo diventare uno dei miei appuntamenti mensili.

Tartufi che passione
Vico Satriano 8/c
Tel: 0812455057

Articoli correlati
Da Gaetano Vino Vero a Sorrento

L’Altro Loco, il ristorante di Napoli per chi ama i sapori raffinati 

A cena da Il Cellaio, carni e vini a Napoli

Cosa mi metto?
Scritto da Fabrizia Spinelli Cosa mi metto?
{}