GrouponMag ROMA

5 centri benessere di Roma dove sottoporsi al rito arabo dell'hammam

Scritto da FEDERICA CIMETTI | 4.3.2014 |
5 centri benessere di Roma dove sottoporsi al rito arabo dell'hammam

Il termine arabo hammam viene usato per definire il complesso termale nel quale, secondo la tradizione, è possibile depurare corpo e mente. Come la stessa Sherazade de Le mille e una notte racconta al re indiano, “Una città non è completa se non ha il suo hammam”. Potrebbe quindi Roma non averne? Ovviamente no e, anche in questo caso, la capitale ci offre molte possibilità per trascorrere qualche ora in completo relax in uno dei tanti centri per l'hammam disseminati in pieno centro (alcuni di questi sono anche SPA e centri completi, in alcuni casi in offerta su Groupon!).

Il rituale hammam che propone Templum Salutis (Via Ciro da Urbino 21, zona Casilina) prevede una lunga sosta nel bagno turco con detersione col sapone nero vegetale, scrub corpo completo ed impacco all’argilla per i capelli; si passa poi alla vasca idromassaggio ed infine alla sala relax, dove sorseggiare una tazza di tè alla menta accompagnata a frutta fresca. A questo percorso è possibile aggiungere anche il massaggio tradizionale savonage (con la schiuma di sapone) oppure quello con oli profumati.

Il Gran Hotel Parco dei Principi (Via G. Frescobaldi 5, zona Flaminio) offre un analogo percorso hammam assistito (bagno turco, esfoliazione corpo e massaggio) nella splendida cornice della sua ultra-moderna Spa, con aggiunta della cromoterapia, di tutti i comfort della lussuosa sala relax e dei servizi extra per il viso, mani e piedi.

Alla Spa Blanco (Via Tuscolana 892, zona Centocelle) l’antica tradizione marocchina dell’hammam viene seguita alla lettera: il rituale inzia già nello spogliatoio, dove il corpo viene avvolto nel morbido telo di cotone bianco (pestemal), un indumento traspirante che accompagna l’ospite durante tutto il percorso benessere. La temperatura all’interno del bagno turco (tra i 40 e 50 gradi, con umidità 100%) è quella ottimale per permettere l’espulsione delle tossine; dopo il bagno di sapone nero, lo scrub corpo viene effettuato con il guanto in seta kese. Per idratare la pelle e renderla morbida non c’è niente di meglio che massaggiarla con l’olio di argan puro, un vero alleato di bellezza.

 

centri hammam Roma

Una variazione sul tema è possibile trovarla alla Spa Miwa (Largo Filippo Rosa 12, zona Eur) dove, unitamente al classico percorso hammam visto fin’ora, è possibile godere delle proprietà rigeneranti e tonificanti delle scaglie di ghiaccio del frigidarium, un ambiente più fresco rispetto al tepidarium (la sala bagno turco). Da segnalare anche la presenza della doccia emozionale post massaggio e della vasca idromassaggio ricca di aromi naturali, quali rosa, eucalipto e cedro giapponese, noti per le loro proprietà idratanti e tonificanti.

Se non siete fan degli scrub troppo aggressivi vi segnalo il centro benessere Hammam Noor (Via Merulana 110, zona centro). Insieme al guanto kese infatti, qui l’esfoliazione viene fatta con getti di acqua calda, per favorire non solo la rimozione delle cellule morte ma anche l’apertura dei pori e quindi la traspirazione della pelle.

Altri hammam che non conosco e che mi volete segnalare? Potete farlo contattandoci su Twitter, inviandoci un'email all'indirizzo redazione@groupon.com oppure commentandomi direttamente sui profili social!

La ragazza dai capelli rossi
Scritto da Federica Cimetti La ragazza dai capelli rossi
{}