GrouponMag

5 squadre che rischiano di non passare inosservate al Mondiale 2014

Scritto da SIMONA MAPELLI | 3.6.2014 |

5 squadre che rischiano di non passare inosservate al Mondiale 2014Il cuore azzurro batte per tutti ogni 4 anni e per questo è bene guardarsi le spalle e conoscere da vicino l’avversario. Lasciate da parte per un attimo le super favorite, vi presentiamo 5 squadre che partecipano al Mondiale 2014 con l’intento di non passare inosservate. Prendete appunti e iniziate ad ordinare la vostra cena a domicilio per non perdervi nessuna di queste squadre all'azione!

Croazia

La squadra si muove decisamente bene in campo e vanta un centrocampo di qualità con Modrić (in forza al Real Madrid, finalista di Champions League), Rakitić (capitano della Nazionale e del Siviglia) e la giovane promessa dell’Inter Kovačić. L’attacco è tutto nei piedi di Mandžukić, centravanti del Bayern Monaco di Guardiola. Massima attenzione per l’11 croato però, che affronterà nel girone A Brasile, Messico e Camerun, dando il via alle danze il 12 giugno proprio contro i padroni di casa verdeoro.

modric croazia

Belgio

Potremmo definirla la “generazione d'oro” della squadra belga. Tra i pali c’è l’imbarazzo della scelta tra Courtois (portiere dell’Atletico Madrid) e Mignolet (titolare del Liverpool), che compongono forse la coppia di portieri più forte del Mondiale. In difesa la colonna portante Kompany, uomo di esperienza in una squadra di giovani promesse,  davanti parte all’attacco la qualità di Hazard, Witsel e Mertens e la fisicità esplosiva di Lukaku.

Colombia

Occhi puntati sulle condizioni del super bomber Radamel Falcao, che sta recuperando da una lesione del legamento crociato del ginocchio, ma la formazione è ricca e può contare anche su Jackson Martínez, oggetto del desiderio del Napoli e di molti club europei. Molta Italia nella rosa colombiana, con Yepes, Zapata, Cuadrado, Guarín, Muriel e Ibarbo e gli ex Quintero (Pescara) e Armero (Udinese e Napoli). Chissà se il portiere titolare sarà Faryd Camilo Mondragón Alí, pilastro della squadra convocato alla veneranda età di 43 anni.

mondiali 2014 colombia

Cile

Mondiale tutto in salita per i sudamericani che si ritrovano a combattere per un posto agli ottavi contro Olanda e Spagna, protagoniste dell’ultima finale del 2010 conclusasi con la vittoria delle Furie Rosse sugli Orange. Il Cile sfodera le unghie dunque e affida l’attacco alla stella del Barcellona Sanchez; mentre il centrocampo si muove al ritmo della grinta del guerriero Vidal della Juve e della qualità del fiorentino Mati Fernández.

vidal cile

Bosnia Erzegovina

Traguardo storico ai Mondiali 2014 per la giovanissima formazione che fino al 1994 ha partecipato alla massima competizione come Jugoslavia. Un compito non semplice quello del CT Susic che deve mantenere alte le aspettative dopo aver chiuso le qualificazioni al primo posto del gruppo G davanti a Grecia e Slovacchia. In Brasile volano a trascinare la squadra il più vicino possibile alla finale l’attaccante del Manchester City Džeko, il centrocampista della Roma Pjanic, il capitano Spahic difensore del Bayern Leverkusen.

Se vi state chiedendo invece quali sono le maglie delle Nazionali più belle o particolari vi consigliamo di dare un'occhiata a questo articolo mentre se state cercando informazioni sugli esclusi dalla corsa mondiale il post giusto è questo!

Simona Mapelli
Scritto da Simona Mapelli Simona Mapelli
{}