GrouponMag

5 tipi di tifosi allo stadio

Scritto da RAFFAELLA PAPA | 20.6.2014 |

5 tipi di tifosi allo stadioChe si sia appassionati di calcio oppure no, i Mondiali hanno un potere attrattivo così forte che resistere alla tentazione di accendere il televisore è praticamente impossibile. Il popolo degli spettatori e dei tifosi è molto variegato ma tra questa popolata fauna calcistica che ha ormai preso il volo per il Brasile si possono individuare almeno 5 diversi tipi da stadio che vanno ad integrarsi con i tifosi da divano, altra razza particolarmente prolifica in periodo di Mondiali e partite.

L’organizzato


Ha iniziato a prepararsi per i Mondiali 2014 almeno da due anni, studiando approfonditamente mappa del Brasile, clima, flora, fauna e tutte le specie più rare di insetti. Conosce la rete ferroviaria meglio del Ministero dei Trasporti brasiliano e ha, ovviamente, imparato il portoghese. Si riconosce perché è vestito come un boy scout: cappellino, camicia e bermuda multitasche, marsupio, binocolo, borraccia, kit pronto intervento e giubbotto antiproiettile.

L’inconsapevole


Si è lasciato convincere dagli amici perché in fondo una vacanza in Brasile non gli dispiaceva ma non è appassionato di calcio e non è del tutto sicuro di cosa siano i mondiali. Durante la partita non fa altro che chiedere “che è successo?”, “perché tutti urlano?”, “chi è quello che corre con il fischietto?”. E intanto sogna lunghe distese di sabbia, cocktail e tanga.

brasile

[Leggi anche il nostro Manuale per sopravvivere ai Mondiali di calcio.]

La famigliola


Arrivano tutti insieme appassionatamente: papà, mamma e 6 figli. Sembra che stiamo partendo per la villeggiatura con tanto di bar portatile: zaini, borsoni, buste, borse termiche, lattine di Coca-Cola, Fanta e Sprite, panini al prosciutto, panini al formaggio, panini alle verdure nel caso in cui un componente della famiglia dovesse improvvisamente scoprirsi vegano. E poi, quando l’Italia sta per tirare un rigore, mentre tutti sono in silenzio col fiato sospeso… “Bambiniiii, chi la vuole la salamella?”.

Il saputello pessimista


È, secondo lui, espertissimo di calcio e ne sa di certo più dell’allenatore che ha messo in campo “quello che non prende una palla manco se gli arriva in faccia”. A suo avviso la formazione è sbagliata quindi l’Italia non ha nessuna possibilità. All’inizio di ogni partita dice: “Qua ci fanno fuori”, e continua a esserne convinto anche se stiamo 8 a 0.

mondiali pallone

L’accanito


È il vero, autentico, incrollabile tifoso. La sua missione nella vita è tifare, per qualsiasi cosa. Anche per quelli che stanno attraversando la strada. La vittoria dell’Italia ai mondiali è il suo sogno più grande. Si riconosce perché quando esulta raggiunge gli stessi decibel di un aereo che decolla o del Cocoricò il 15 agosto.

E tu a quali di questi tipi assomigli? Vuoi raccontarcelo su Twitter?

Raffaella Papa
Scritto da Raffaella Papa Raffaella Papa
{}