GrouponMag TORINO

Attività per bambini a Torino: quattro chiacchiere con Cristiana Calilli

Scritto da GIOVANNA GALLO | 24.4.2014 |

Non solo fashion, beauty o travel. Di blogger è pieno il mondo, ma quelli interessanti si contano sulle dita di una mano. Cristiana Calilli, aka @100per100mamma, è una di queste. Classe 1981, ha già due bambine bellissime, un marito e una bella carriera come web-writer. Appartiene alla schiera della mum-blogger ma non rientra assolutamente tra quelle che “parlo solo di mio figlio”, anzi. Cristiana racconta la sua città e tutto quello che ha da offrire con grazia e leggerezza, che poi è proprio quello che cerchiamo quando scopriamo una nuova lettura quotidiana per arricchire le nostre giornate. Volete sapere cosa mi ha raccontato Cristiana sulla sua vita da blogger a Torino? Leggete l’intervista!

 

100x100 mamma

 

Quando è nata la tua passione per il blogging e come è iniziato tutto?

Cecilia, la mia seconda figlia, era appena nata e mentre la allattavo leggevo con attenzione i blog delle mamme, l’unico strumento che mi faceva sentire a mio agio nel nuovo ruolo, con i pregi e i difetti che mi portavo dietro. L’amore per la scrittura ha fatto il resto: il 18 settembre 2010 è nato il mio 3° figlio, Centopercentomamma.it.

Parlare del mestiere della mamma non è sempre facile perché si rischia di cadere in facili qualunquismi, per non parlare poi della soggettività. Come sei riuscita a mantenere l’equilibrio in tutti questi anni di blogging?

È vero, il luogo comune e il senso di colpa in chi legge sono i due rischi principali. Ho sempre parlato da mamma, ho mantenuto la spontaneità del racconto della mia vita di ogni giorno e non ho mai smesso di trarre spunti per gli articoli dalla vita “vera”. Il mio obiettivo è che le mamme si accettino per come sono, che sappiano che ciò che importa in primis è la serenità loro e del bambino. Tutto il resto è secondario.

Sei una delle fortunate italiane che lavora sul web che può dire “Il blogging è il mio mestiere!” Ci racconti i pro e i contro della vita da freelance con figli a carico?

Sì, e sono così felice di poterlo dire! Il vantaggio numero uno è senza dubbio la flessibilità: un’influenza delle bambine non mi spaventa, un colloquio con gli insegnanti non mi costa un permesso e un caffè con un’amica è un’impresa possibile. Di contro la difficoltà maggiore è dividere il tempo di lavoro da quello di famiglia. E trovare tempo per me stessa. Non sono ancora così in gamba e a volte mi ritrovo a preparare la cena parlando al telefono con un cliente con una maschera sul viso. Gli equilibrismi sono la specialità delle mamme!

Sui tuoi canali social parli spesso di Torino: ci segnali il  quartiere top del momento e un locale da visitare assolutamente?

Il quartiere del cuore per me rimane sempre Borgo Po, con una vista magnifica sulla città, il parco fluviale del Po e una distanza minima dal centro. Quando cammino per le vie tranquille di questo quartiere mi sento un po’ in vacanza. In corso Casale c’è un negozio magico, in cui mi rifugio quando ho voglia di perdermi tra le cose belle. Si chiama Cesteria Barbieri e, insieme all’Erboristeria Melissa, è il mio angolo di quiete.

Un consiglio per tutte le mamme torinesi (e per quelle che vogliono venire a trascorrere un weekend in città): qual è la zona più baby friendly di Torino e il locale più accogliente da questo punto di vista?

La zona più baby friendly è quella in cui vivo, il centro. 18 chilometri di portici garantiscono corse a perdifiato anche nelle giornate di pioggia e di neve. La comodità ai mezzi pubblici permette di arrivare in qualsiasi punto della città in meno di mezz’ora. E il locale in cui le mie figlie non si stancano mai di andare è M** Bun, lo slowfastfood che coniuga voglia di “schifezze” dei bambini con prodotti locali, aree gioco imperdibili, un regalino in ogni menù bimbo, seggioloni a volontà e il fasciatoio in bagno (potete leggere l'articolo di Michela dedicato ai ristoranti per bambini a Torino).

(n.d.r. Trovate Cristiana sul suo blog centopercentomamma.it, se invece cercate dritte di stile per attività con bambini a Torino allora potete seguirci sul nostro magazine e nel frattempo dare un'occhiata alle offerte sul sito di Groupon).

Giovanna Gallo
Scritto da Giovanna Gallo Giovanna Gallo
{}