GrouponMag

Cosa fare a San Valentino se sei single

Scritto da ELENA MAGRO | 1.2.2015 |
Cosa fare a San Valentino se sei single

Ci risiamo. Un altro anno è passato, il 14 febbraio è giunto e non abbiamo un partner con cui trascorrere il San Valentino.

Ahinoi, febbraio è quel mese in cui qualsiasi cosa si voglia comprare o fare è necessariamente per due. Che si tratti della cover del telefonino o di un ingresso alla spa tutto viene proposto per la coppia.

San Valentino cover

Quindi ora ecco alcune proposte per trascorrere in modo alternativo la giornata dedicata agli innamorati. Per semplificare la cosa, individuate il vostro profilo umano e saprete come superare la paranoia da status sociale individuale.

Caso 1. Maschio single compiaciuto

Il romanticismo sembrerebbe una prerogativa tutta femminile. Ma anche un portatore sano di geni XY è in grado di esprimere le proprie emozioni. Passione, rischio, tormento, eccitazione e desiderio sono emozioni palpabili al tavolo… da gioco! Organizzare un torneo di poker è un’alternativa valida a ristoranti affollati da cupidi e locali traboccanti di cocktail alla mela verde. Basta radunare gli amici, convocare i cugini, riunire i compagni del liceo ed ecco organizzata la serata perfetta. 

Le scommesse sono d’obbligo ma non si punta denaro bensì pezzi unici da collezione, che sia il numero di Dylan Dog, l’album completo delle figurine Panini o un vinile di Chuck Berry. C’è spazio anche per la trasgressione: appoggiare la birra sul tavolo del salotto senza sottobicchiere.

poker

Caso 2. Maschio single travagliato

Se la foemina sapiens si tiene occupata in amene attività, l’homo può fare altrettanto. È la sera giusta per dedicarsi a progetti che, in genere, si rimandano per pigrizia: riordinare i film sull’hard disk, svuotare la lavastoviglie, risolvere il mistero dei calzini spaiati frugando negli angoli più remoti del cassetto e terminare tutte le partite lasciate in sospeso sulla Play Station. Oppure stendere la lista con le caratteristiche della ragazza perfetta, essere consapevoli che non esiste e uscire a cercarne una normale in un pub.

Caso 3. Femmina single compiaciuta

La sua quotidianità è scandita dalla frenesia: lavoro, nuoto in pausa, aperitivo, corso di fotografia a pranzo un panino e ora non ci vede più dalla fame. Le vertigini le impediscono anche di accorgersi di potenziali partner ma poco importa, tanto ha da fare. Ovvero organizzare qualcosa di alternativo durante il week end più romantico dell’anno. Dove va? A un boot camp: ci si diverte, si recupera la forma fisica, si tonifica il corpo con allenamenti mirati e si allentano le tensioni causate dall’assenza di un fidanzato.

Caso 4. Femmina single travagliata

Sogna di trovare un uomo d’altri tempi che raccoglie le foglie in giardino e organizza un week end a Venezia. In altre parole Gianni Morandi. Ma dato che una su mille ce la fa la soluzione per le altre, di solito, è una seratina davanti a Bridget Jones e una vasca di tiramisù. Meglio occupare il tempo diversamente, per esempio organizzando la scarpiera, costruendone una da zero se non l’avete già oppure guardando True Detective. Esiste una compagnia migliore di Matthew Mcconaughey in tv? Sì. Matthew Mcconaughey sul divano. O che riordina la scarpiera.

Matthew Mcconaughey

Articoli correlati
5 regali originali per San Valentino
Shopping di San Valentino su Groupon

[N.d.r. Le foto sono prese online e tutti i diritti sono riservati ai rispettivi titolari]

Elena Magro
Scritto da Elena Magro Elena Magro
{}