GrouponMag BARI

Fare colazione a Bari: i miei consigli e suggerimenti

Scritto da ORNELLA MIRELLI | 29.8.2014 |
Fare colazione a Bari: i miei consigli e suggerimenti

Era consuetudine, quando ero studentessa universitaria, far colazione insieme ai colleghi nei bar vicini all’Ateneo di Bari: frequentato prevalentemente da studenti e professori di Giurispudenza era il mitico Bar Viola, accanto alla libreria universitaria Cacucci. Tra codici e pandette, discussioni accese sull’ultima pronuncia della Suprema Corte, cappuccini, caffè, bicchieroni di latte macchiato, cornetti, brioches e polacche erano serviti senza soluzione di continuità dalle 8 del mattino fino alle 11-11,30. Notevole – ancora me lo ricordo – il frappé di caffè: profumato, cremossissimo, una vera goduria. Sembrerà strano, ma da allora non ci sono più tornata.

Oggi che le esigenze sono un po’ cambiate, cappuccini, cornetti e brioches si consumano moltissimo nei bar notturni: non che il cornetto caldo dopo la mezzanotte non fosse abitudine tra gli studenti universitari della mia generazione, ma allora si andava alla ricerca di qualche laboratorio che lavorava di notte per rifornire i bar al mattino. Vi posso assicurare che non sempre era facile, dopo aver bussato ripetutamente alla saracinesca mezza chiusa, farsi allungare qualche delizia calda appena sfornata.

Quindi il mio giro per la prima colazione a Bari comincia da uno dei bar notturni più conosciuti: il Bar degli Amici, in viale Luigi Einaudi 33. Dall’alba fino a notte inoltrata tutti i giorni (esclusa la domenica) offre una scelta vastissima di croissants, trecce, maritozzi e pasticciotti, tutti di produzione propria, ma anche piccola pasticceria e biscotti. Da segnalare in particolare il cornetto al pistacchio e il pasticciotto alla fragola.

Per un caffè davvero speciale, sicuramente uno dei più buoni della città, preparato con una macchina d’epoca, vi consiglio il Bar Speedy - La tazza d'oro, in via Piccinni 119: da non perdere la granita di fragola o di caffè, ma le bontà sono talmente tante che è sempre bene farsi consigliare dal signor Andrea. Vale la pena di farci colazione anche solo per la simpatia del proprietario e gli arredi del locale.

Decisamente moderno il breakfast da Frulez, in piazza Umberto I 14: le colazioni sono tutte bio, preparate con ingredienti freschi e di stagione. Muffin, torte da credenza, crostate sono preparati ogni giorno a seconda della disponibilità degli ingredienti, per accompagnare yogurt non industriali o rigorosamente bio, frullati, centrifugati e spremute di frutta fresca fatte sul momento. Flavia ne ha parlato qui.

Cappuccino_e_cornetto_Bari_300x400

Se si vuole fare un giro nella città vecchia, fulcro per eccellenza della movida barese, degno di nota è Martinucci, in piazza Mercantile 3. I Martinucci sono una famiglia leccese di pasticceri sin dal 1950, da poco approdati anche qui a Bari. Fanno anche un buon gelato, ma la loro specialità per la prima colazione è l'autentico pasticciotto leccese, imbattibile, in particolare se appena sfornato.

Il Gran Caffè Riviera, su Lungomare Nazario Sauro 19-21, è uno dei tanti caffè storici di Bari: punto di ritrovo da generazioni, è un’altra tappa obbligatoria: non offre solo buon caffè e buona pasticceria, ma soprattutto una splendida vista sul mare, sia dai tavolini fuori dal locale che dalla saletta sul soppalco all'interno.

Per la domenica mattina l’ideale sono le pasticcerie che offrono anche caffetteria in modo da poter fare colazione e acquistare il tradizionale vassoio di pasticcini da portare a casa per il pranzo. Tra le tante mi piace segnalarne almeno due che nel corso degli anni non mi hanno mai delusa.

Boccia, in c. Sonnino 31/33, è un classico, vicinissimo al centro, con arredi anni '70, e staff così gentile e disponibile da far sentire coccolato anche un cliente appena arrivato. A colazione hanno una scelta ampia sia di cornetti, brioches, croissants che di piccola pasticceria.

Dueemme, in via Gaetano Devitofrancesco 6, offre l'imbarazzo della scelta per la colazione: dalle brioches ai cornetti, ai biscotti e ai pasticcini, ma la coda di rospo (o coda d’aragosta) è sicuramente una delle più buone della città.

Se il mattino si vede dal buongiorno, dopo una colazione così la giornata sarà indubbiamente delle migliori!

Ammodomio
Scritto da Ornella Mirelli Ammodomio
{}