GrouponMag TORINO

Hammam a Torino: gli indirizzi da provare

Scritto da FEDERICA GIULIANI | 27.11.2015 |

Hammam a Torino: gli indirizzi
da provare

Chiunque, almeno una volta, dovrebbe provare i benefici che derivano da qualche ora in un hammam. La cultura del bagno di vapore è una tradizione condivisa da tutti i Paesi che affacciano sul bacino mediterraneo ed è una pratica di bellezza che fa bene a corpo e mente. Il termine hammam – bagno, in arabo – indica un luogo per purificare il corpo che, nella realtà, si trasforma in un luogo di relax, di incontro e di condivisione di idee. Le sue origini sono da ricercare lontano nel tempo e riconducono a quando gli antichi greci e romani ne costruivano almeno uno in ogni città. In ogni sito archeologico del tempo, infatti, si possono vedere i resti delle antiche thermae.

I più belli, secondo la mia personale opinione ed esperienza, si trovano in Turchia e sono dei luoghi in cui il tempo sembra fermarsi, mentre ci si lascia accarezzare dalle leggere particelle di vapore.

Il rituale si sviluppa in quattro fasi - pulizia, esfoliazione, nutrimento e profumazione – che per tradizione coincidono con il passaggio a diverse stanze con temperatura e concentrazione di vapore differenti.

hammam teli

Tepidarium a 36°C

Qui inizia il percorso di rilassamento, in una stanza calda e non troppo umida, che permette la preparazione del corpo di acclimatarsi e prepararsi alle fasi successive. Dopo aver fatto una doccia calda ci si sdraia sulle panche di marmo riscaldate e si cerca di lasciare andare ogni tensione muscolare.

Calidarium a 45°C – umidità al 100%

L'alta temperatura favorisce la sudorazione con la conseguente eliminazione delle tossine. Il calore dilata i vasi sanguigni e la circolazione ne ottiene grandi benefici. Al termine della seduta, uno scrub, fatto con l'apposito guanto, rimuove le cellule morte lasciando la pelle pulita, morbida e luminosa.

Frigidarium a 28°C

La stanza tiepida ha un effetto tonificante, mentre l'acqua fresca che ci si deve buttare addosso restringe i pori e dà un piacevole effetto energizzante a tutto il corpo.

Massaggio

Al termine dei trattamenti di pulizia della pelle, se si vuole, ci si può lasciar coccolare dalle mani di una massaggiatrice, che può sciogliere le ultime contratture residue.

A Torino ci sono alcuni indirizzi interessanti dove provare l'hammam tradizionale.

Centro culturale Dar al Hikma a Porta Palazzo

Le cupole in mosaico giallo e i vetri azzurri accolgono con calore. A parte il classico rituale, si possono fare numerosi trattamenti, su prenotazione, anche se devo dire che i massaggi non mi hanno mai soddisfatta completamente: un po' troppo delicati per me. Ma è questione di gusti! Il personale è molto gentile ed è necessario portare da casa asciugamano e costume da bagno. Sotto l'hammam c'è un ristorante arabo che vale la pena provare.

Dar Al Hikma, Via Fiochetto 15 | Telefono: 0115215111

Hammam

Villa Khamsa a Collegno

Situato in mezzo a un parco, questo hammam è un po' più piccolo rispetto al precedente, ma mantiene un certo fascino. I mosaici e le piastrelle, dal tipico colore verde-blu, fanno sentire in Medio Oriente, mentre il profumo del classico savon noir, utilizzato per lo scrub, rilassa ogni cellula del corpo. Anche qui i trattamenti di cui usufruire sono molti ed è necessario portare da casa teli bagno e costume.
Villa Khamsa si trova all’interno di VILLA5 in Via Torino, 9/6 – Collegno (TO). Telefono: 0114032244

In entrambi gli hammam ci sono giorni separati per uomini e donne. Un giorno a settimana, in genere è promiscuo, quindi è bene informarsi prima.

Se invece preferite i luoghi meno tradizionali ma più chic (anche per i prezzi) vi propongo

Se invece preferite i luoghi meno tradizionali ma più chic (anche per i prezzi) vi propongo l'Atria Hammam a Rivoli: l'ambiente è elegante e un po' formale. Al termine del percorso hammam si termina il rilassamento in una Jacuzzi, prima di sedersi comodi a bere il tè. L'ingresso è sempre promiscuo e per accedere è necessario fare una tessera associativa annuale.

Cosa aspettate a prenotare le vostre ore di relax? Potreste anche organizzare un'insolita festa con le amiche o fare un regalo al fidanzato. Il benessere è assicurato.

Federica Giuliani
Scritto da Federica Giuliani Federica Giuliani

Federica Giuliani, giornalista e scrittrice, è nata viaggiando. Ama osservare il mondo da angoli inconsueti per raccontare storie su luoghi e persone. Appassionata di cibi buoni e originali afferma che “non si può dire di avere davvero conosciuto un luogo senza averlo anche assaggiato".

{}