GrouponMag NAPOLI

I 4 parchi più belli di Napoli

Scritto da FABRIZIA SPINELLI | 9.9.2014 |
I 4 parchi più belli di Napoli

Il verde urbano non è solamente un elemento decorativo, ma un prezioso bene che vale la pena vivere. Ecco quindi le più belle aree green di Napoli, per trascorrere del tempo con i propri bambini immersi nella natura, per riscoprire il piacere di mangiare all'aria aperta, senza allontanarsi dal centro urbano.

Realizzata nel 1780 per volere di Ferdinando IV di Borbone che desiderava un luogo di ritrovo e di passeggio per la nobiltà napoletana, la Villa Comunale (piazza Vittoria) si ispira alle "Tuilieres" parigine ed è situata sul bellissimo lungomare della città. Luogo perfetto per fare sport all'aria aperta, per dei pic-nic con gli amici, e per fare divertire i più piccoli, la Villa, vicinissima al centro pulsante della vita cittadina si presta anche semplicemente per spezzare la monotonia di una giornata di lavoro con quattro passi nel verde.

Passeggiando per le stradine che si snodano al suo interno si incroceranno il Circolo della Stampa e la stazione zoologica Anton Dohrn al cui interno si trova il più antico acquario di tutta Europa; inoltre in questa bellissima area verde si possono ammirare diversi monumenti commemorativi in onore di personaggi che hano lasciato il segno nella storia della città.

Salendo sulla collina di Posillipo invece troviamo il Parco Virgiliano (viale Virgilio), che dalla sua altezza di 150 metri sul livello del mare offre una delle passeggiate più suggestive della città, con panorama della costa partenopea e flegrea. Entrando in quest'oasi di pace si viene accolti da una grande fontana ornamentale da cui si snodano i due vialoni principali del parco. Il questo parco, nato negli anni del ventennio fascista con lo scopo di commemorare i caduti della Grande Guerra, i bambini possono giocare in mezzo alla natura e godere delle aree attrezzate create appositamente per farli divertire.

villa parchi Napoli

Nel cuore del Vomero, in via Domenico Cimarosa, la Floridiana prende il nome dalla seconda moglie di Ferdinando di Borbone, Lucia Migliaccio di Partanna, duchessa di Floridia, che usava questo magnifico luogo come residenza estiva. Contornata da giardini all'inglese, la palazzina in stile neoclassico in cui risiedeva la duchessa, ospita oggi il Museo Nazionale delle Ceramiche "Duca di Martina". Questo vasto polmone verde di importanza storica accoglie i suoi visitatori con sentieri delimitati da aiuole fiorite e prati ben curati, diverse zone gioco, un'area spettacolo e dei percorsi ginnici completi per gli amanti dello sport all'aria aperta.

Villa Floridian

Il parco storico del Bosco di Capodimonte (Via Miano – San Carlo all’Arena), situato sull'omonima collina, era originariamente la riserva di caccia annessa al palazzo reale eretto nel XVIII secolo che, oggi come allora, è ornato da un grande giardino con piante provenienti da tutto il mondo. Nel parco vasti prati in stile inglese si intervallano a boschi più rigogliosi in cui si lascia ampio spazio alla natura. Anche quest'area verde come la Villa Comunale, ospita importanti fabbricati (come la famosa Reggia, il Casino dei Principi, il Palazzo Palazzotti e le Scuderie) e diverse statue settecentesche che costeggiano sentieri e vialetti.

Queste sono le zone verdi della città che preferisco in assoluto; qual è la vostra preferita invece?

Cosa mi metto?
Scritto da Fabrizia Spinelli Cosa mi metto?
{}