GrouponMag TORINO

La colazione a domicilio a Torino ve la porta Pilou!

Scritto da GIOVANNA GALLO | 11.4.2014 |
La colazione a domicilio a Torino ve la porta Pilou!

Immaginate con me di svegliarvi, la domenica mattina e di ritrovarvi un sacchetto colmo di cose buone in tavola. Di più: di ritrovarvi in tavola una colazione bellissima, fatta di sacchetti, nastrini, caramelle, addirittura un’illustrazione personalizzata. Una colazione che ha il sapore delle coccole e che arriva a casa come un regalo (meglio ancora se davvero un dono inaspettato!). Ora smettete di immaginare: a Torino esiste davvero una cosa simile.

Si chiama Pilou, la colazione del giorno prima del lunedì (cliccando qui trovate la loro pagina Facebook), e se questo nome non è già abbastanza evocativo ci pensano Gabriella e Luisa a rendere quasi commovente questa colazione a domicilio.

pilou logo

Pilou è pensata per tutti quelli che alla domenica mattina vogliono godersi una colazione corposa e genuina – arriva tutto dal mercato di Porta Palazzo, uno dei più colorati della città – senza muoversi da casa. Basta un click, un’ordinazione con un minimo di anticipo (basta inviare una mail a

target="_blank">lacolazionedipilou@gmail.com indicando Nome – Cognome – Indirizzo e numero di telefono – Orario prescelto per la consegna entro il sabato precedente) e poi non fare altro che aspettare come se fosse Natale la domenica mattina.

In collaborazione con altre belle realtà della città (come Melissa Erboristeria, di qui vi ho parlato qui), organizzando bruch a tema, associando le colazioni alla musica, l’arte, il cinema, Gabriella e Luisa sono riuscite a creare una bella e corposa realtà al sapore di delicati muffin e paffuti panini rigorosamente fatti a mano (e personalizzati anche per chi ha intolleranze, o è vegetariano). Ho chiesto a loro di raccontarvi com’è nata l’idea e cosa si nasconde dietro al lavoro di queste due amiche che hanno fatto della colazione di qualità una vera missione. Buona lettura!

Pilou Torino

Quando è nato il progetto di Pilou e quale spinta avete avuto per partire con un'idea così innovativa?

Pilou è nato da pochi mesi e la prima autentica spinta siamo state noi due, Gabriella e Luisa, e la nostra condizione di precariato lavorativo: con differenti esperienze professionali alle spalle, volevamo provare a fare del lavoro qualcosa che ci somigliasse e ci piacesse fare e la passione per il cibo accomunava entrambe. Soprattutto poi ci siamo chieste cosa ci sarebbe piaciuto succedesse a noi due e quando abbiamo pensato a che sarebbe stato bellissimo se qualcuno ci avesse portato la colazione a casa, allora non abbiamo avuto dubbi e abbiamo rischiato.

Avete fatto dell'handmade e della genuinità un marchio di fabbrica: chi vi segue sa che il contenuto del sacchetto di Pilou è rigorosamente fatto a mano e con amore. Come vi organizzate prima della domenica per arrivare preparate?

È vero, i nostri sacchetti contengono tutte cose genuine e fatte a mano con amore. Da quando c’è Pilou la nostra settimana ha cambiato forma ma quando siam partite fra le altre cose puntavamo anche a questo, ad aggirare la domenica: così ora il lunedì Pilou dorme un po’ più a lungo, ozia, legge, risistema la casa dove ha a malapena dormito nei giorni precedenti. Il martedì riparte con la comunicazione, pensa al menù, compila la lista della spesa e risponde alle mail rimaste in sospeso. Mercoledì spesa al mercato, al supermercato, al mulino e intanto scrive il diario. Poi il giovedì continua a rispondere alle mail (sono sempre tantissime!), prepara l’ospite di carta da mettere nella busta e quando può comincia a preparare le buste infiocchettate, va a comprare nuovi timbri, tenta qualche esperimento culinario.  E dal venerdì si chiude nel suo bel laboratorio con una pila di dischi e comincia a cucinare. Si diverte molto facendolo. Come ultimo atto del sabato sera Pilou fa la cosa che le piace meno fare ovvero studia il percorso di consegna in base agli orari e alle zone della città che sì Torino è fatta a scacchiera e non è enorme ma ci sono vie che Pilou non ha mai sentito nominare e che anche il navigatore fa fatica a pronunciare.

Colazione da Pilou

Torino è una città ricettiva soprattutto per quanto riguarda il concetto di "coccola", e si stanno espandendo i progetti personalizzati, pensati per il target di riferimento, curati nei minimi dettagli. Per quanto riguarda voi, a chi piace la Colazione di Pilou e che tipo di target apprezza la vostra idea?

Siamo molto contente di poter dire che Pilou piace a tante persone diverse fra di loro. Come dice chi sa parlare bene di marketing, il target di Pilou è trasversale: la panda bordeaux arriva  negli alti palazzoni di periferia, fra le casette al confine con la città che non sembra più di stare a Torino così come nei loft del centro e fino alle ville in collina. Giovani e meno giovani, maschi e femmine, accasati con famiglia e single: la colazione di Pilou la mangiano tutti! Solo una cosa li accomuna quasi  tutti e Pilou non se lo aspettava: i torinesi si svegliano presto anche la domenica!

Avete creato delle belle collaborazioni con realtà "speciali" della città: ci raccontate qualche progetto parallelo che accompagna Pilou in questo viaggio della domenica mattina?

Prima di tutto ci piace raccontare della collaborazione con Gaia Eco banqueting: l’incontro con le ragazze, Anna e Orietta, è stato fortunato e fortuito. Oggi con loro condividiamo il laboratorio lavorando in giorni alterni e siamo il primo caso torinese di coworking gastronomico. La condivisione oltre ad alleggerirci dal punto di vista economico è soprattutto solidale e ci arricchisce con sempre nuovi stimoli. Le altre collaborazioni nascono invece dalla spinta di Pilou a fare cose belle: e così con il pretesto del cibo Pilou sostiene progetti artistici quali il Dream Circus di Daniele Catalli, le mostre della Galleria Van Der, le iniziative del Salone del Lutto, la musica dell’Orchestra Cocò con la quale di tanto in tanto organizza colazioni con concerto, l’erboristeria Melissa che seleziona per Pilou i tè e le caramelle che finiscono nei sacchetti della colazione.

pilou colazione a torino

Ve ne andate a spasso in macchina o in bici a consegnare i sacchetti e quindi conoscete bene la città. Diteci un quartiere secondo voi cool e un locale dove bisogna assolutamente andare.

Pilou non ha preferenze cool... sicuramente non ama molto consegnare in centro-centro città perché il rischio di incappare in qualche telecamera che non ha visto è sempre alto. E poi la domenica mattina, quando ancora tutto è lento e sopito, Torino appare bella ovunque. Anche sui locali Pilou ha le idee poco chiare oggi, sarà che nelle ultime settimane è uscita poco. Ma se fosse in giro e incontrasse per caso un amico con il quale fare due chiacchiere senza orologio allora probabilmente oggi andrebbe da Ranzini in via Porta Palatina.

Progetti futuri: ci raccontate cosa avete in serbo per i vostri affezionati?

Moltissimi i progetti futuri: Pilou produce più idee che biscotti! E poi, essendo soltanto in due, alcune idee rimangono a fluttuare nel laboratorio, altre, le più tenaci, persistono e diventano concrete. In questi giorni Pilou pensa che ha raccolto in questo suo percorso già moltissimi racconti e illustrazioni e vorrebbe riuscire a raccoglierli in un libro, fare una mostra, fare un concerto e una grande festa con tutti, magari in primavera. Poi ci sono i giovedì all’inglese: “What We Talk About When We Talk About Biscuits. Ovvero chiacchiere in inglese con biscotti”. Perchè una delle due Pilou l'inglese lo insegna per davvero, l'altra ha molto bisogno di impararlo e i biscotti ci sono sembrati un'ottima occasione.

[n.d.r. Pilou consegna solo la domenica. Che fare i restanti giorni della settimana e in attesa che le ragazze si organizzano per prepararvi la colazione tutti i giorni? Se volete concedervi colazioni/brunch particolari a Torino e dintorni senza spendere una fortuna allora cliccate qui alla scoperta delle offerte migliori!]

Giovanna Gallo
Scritto da Giovanna Gallo Giovanna Gallo
{}