GrouponMag ROMA

Le 10 cose imperdibili di Trastevere

Scritto da ROSSELLA DI BIDINO | 2.9.2014 |
Le 10 cose imperdibili di Trastevere

Trastevere è forse il primo quartiere che ho cominciato a scoprire per caso e per necessità. Negli anni ho visto i suoi volti: mattiniero e pigro, vivace con i mercati, esuberante la sera, baldanzoso nel vernacolo. Inseguendo la chimera di ordine razionale parto da Piazza Trilussa a Trastevere è un quartiere che va scoperto e amato, nonostante i turisti e possibilmente a piedi!

Vuoi della birra?

Hai poco da camminare. Alle tue spalle c’è via Benedetta. Non ti resta che scegliere tra Bir&Fud ed il Ma che siete venuti a fa'. Si parla della birra sul serio, quella che finisce su BeerAdvocate. E che su RateBeer ha vinto il premio di miglior beerbar al mondo.

Trastevere Roma

Breakfast time

Non è ora di bere birra. Ah, dimenticavo. Non hai fatto colazione? Andiamo da Baylon Cafè in Via San Francesco A Ripa 151. Colazione o brunch o aperitivo: qui sei sempre accontento. Il nome Baylon sembra richiamare l’Inghilterra in realtà, mi è stato raccontato, derivano da Bailonne. San Pasquale Bailonne o Pasquale Baylón. Così viene citato nella chiesa che sta di fronte al Baylon Cafè. San Pasquale è considerato il protettore di cuochi e pasticcieri e per leggenda popolare è l'inventore dello zabajone. Ma non finisce qui. A Napoli Bailonne viene cantato dalle donne per trovar marito, bianco o rosso o colorito. Single siete avvertite :)

Se fosse ora di cena?

Due passi in più e ti trovi a scegliere tra la Trattoria degli Amici e Glass. Due stili diversi. Ma a Trastevere li trovi entrambi. Cristina Bowerman è Glass Hostaria e molto altro e lo è in varie cucine, progetti legati al cibo e libri. Se la Trattoria degli Amici attira a sé per la cucina romana e gli Amici che ti servono, Glass resta impresso per l’alta qualità del cibo, la ricerca e l’energia di Cristina Bowerman.

Voglia di etnico?

Preferisci la cucina etnica? Indiano? O greco? Torniamo su in Via San Francesco A Ripa, attraversiamo viale Trastevere e siamo accontentati. Quasi l’uno di fronte all’altro ci sono Akropolis e Jaipur. Akropolis tenta di riprodurre una taverna greca a Trastevere, mentre Japur mescola spezie ed atmosfere indiane. Di Japur ricordo le cene con l’amica Concetta. Iniziano tutte con l’attenta scelta dei piatti da ordinare, che inevitabilmente si conclude con il nostro solito dal. Mentre dell’Akropolis ho un ricordo fatto di pita e moussaka e altri nomi che mi facevano sentire in riva al mare (e non studiare greco). Oltre Akropolis a Trastevere trovi anche Ouzerì dove balli anche il sirtaki. Ti basta camminare fino a via dei salumi 2.

Trilussa Trastevere

Aperitivo

Sei un tipo da buffet. Allora Freni e Frizioni fa al caso tuo. Uno degli aperitivi cult di Trastevere anche secondo Federica. Per chi, invece, si fida solo del buon vino, allora Enoteca Ferrara. E’ una di quelle enoteche di cui fidarsi per il vino ed il cibo. Per serietà professionale ammetto di avere un debole per la loro focaccia.

Musica maestro

Voglia di musica jazz? Ricordati allora di fare la tessera al Big Mama, sempre su Vicolo di San Francesco a Ripa, 18.

La drogheria d’oggi e di ieri

Facciamo i seri. Devi comprare qualche ingrediente per cucinare? C'è Fratelli Innocenzi quasi su piazza Sonnino. Perché a Roma non esiste solo Castroni. E’ una drogheria come Dio comanda: spezie, tè, salse, semi, marmellate, cereali… scegli. Prodotti già confezionati o venduti a peso sono lì per te (e me).

vetrine trastevere

Alla ricerca di un buon libro

Sei un tipo intellettuale? Vediamo se The Almost the Corner Bookshop può fare al caso tuo. Libri in inglese, ma la selezione è ottima ed il clima è proprio da libreria dove è dolce perdersi tra le parole. La trovi a Via del Moro, 45. A due passi da Piazza Trilussa. Per me è un posto speciale. Certo, si contende lo scettro di posto speciale con The Open Door in Via della Lungaretta, 23. Qui imperano i libri usati in inglese, italiano, francese e spagnolo. Ha la mia età The Open Door e lo ammetto: gli anni se li porta meglio lei.

Per i cinefili

Tutti alla alla Libreria del cinema su Via dei Fienaroli, 31/b o al Nuovo Sacher. Sì, quello di Nanni Moretti.

Dolcezza finale

E’ il tempo delle scelte irrevocabili. Cioccolato? O biscotti? O tè? Cioccolato... cioccolato.... Valzani allora. Su vicolo del Moro sicuramente la noterai questa pasticceria. Un posto d’altri tempi dovrei direi. Un posto dove il tempo lascia spazio al piacere del cioccolato. Per la colazione un salto al Biscottificio Artigiano Innocenti. Unico. Portami via da Via della Luce, 21, sennò non riesco più ad uscirci. Se è una pausa che cerchi eccolo.

Bastano dieci numeri per raccontare Trastevere? Forse no ed è per questo che se vuoi puoi venire su Facebook e farci sapere cosa vorresti aggiungere a questa lista... magari dopo esserti letto tutte le nostre recensioni su Roma (e non solo!) ed aver anche dato un'occhiata alle nostre offerte per trovare quella che fa, eventualmente, al caso tuo!

Ma che ti sei mangiato
Scritto da Rossella Di Bidino Ma che ti sei mangiato
{}