GrouponMag NAPOLI

Le nove migliori pizzerie storiche di Napoli da provare assolutamente

Scritto da MENA SANTORO | 4.7.2014 |
Le nove migliori pizzerie storiche di Napoli da provare assolutamente

A Napoli basta svoltare l’angolo per trovare una pizzeria in ogni dove. E', secondo me, impossibile stabilire quale delle tante sforni la pizza napoletana più buona in assoluto ma indubbiamente c’è chi predomina su tutte.

Pizzeria Sorbillo pizza

Al primo posto io metto Gino Sorbillo: con la sua sede storica in Via dei Tribunali (e Lievito Madre, di recente apertura, sul lungomare di Via Partenope), Sorbillo offre ai clienti una delle pizze più buone di Napoli con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Il suo motto è “qualità in quantità”. Forte di una dinastia di 21 pizzaioli, tutti abili nel far volteggiare l’impasto e renderlo morbido e leggero, tanto da sciogliersi in bocca, Sorbillo ha voluto che il suo locale fosse in linea con la tradizione con muratura in pietra, tavoli in marmo e decorazioni in rame. L’ultima nata in casa Sorbillo è la pizza InsalataMente con radicchio e indivia: squisita! C’è poi la “pizza a credito” quella che mangi subito e paghi dopo 8 giorni... anche questa da provare. Unica pecca (ma sarà davvero una pecca?): una fila interminabile tutti i giorni, soprattutto nelle ore di punta.

Sorbillo

Come non citare la pizzeria Pellone, in Via Nazionale. Buonissima la pizza fritta con cicoli e ricotta, il calzone e il ripieno con le scarole. E poi c’è la “pellonata”, una margherita o una marinara a “ruota di carro”, più grande del piatto.

Per la leggerezza e friabilità dell’impasto imperdibile la pizza di Enzo Coccia. Dopo anni di esperienza nel locale di famiglia, Enzo decide di mettersi in proprio e, dopo un master su “Le tradizioni e le culture alimentari dei popoli del Mediterraneo”, apre la sua pizzAria (proprio come si diceva un tempo) La Notizia, in via Michelangelo da Caravaggio. Qui imperativo categorico è il rispetto delle tradizioni e l’utilizzo di prodotti esclusivamente campani.

Qualche metro più avanti è situata La Notizia 94, pizzeria dedicata agli amanti della sperimentazione: fichi, baccalà fresco, limoni, tartufi sono solo alcuni degli ingredienti che ritroviamo nel menù, assieme all’antico abbinamento pizza e vino.

Da Michele Napoli

Rinomata in tutto il mondo la pizzeria Da Michele, a Forcella, con il menù più corto della città come vi ho raccontato qui: solo Marinara e Margherita, senza aggiunta di "Papocchie” che ne alterano il gusto e la genuinità. Avrà ragione Michele? Intanto propone le due varianti doc dal 1906, gestendo un locale definito da esperti e giornalisti "il Tempio Sacro della Pizza”. Una pizzeria, quella della famiglia Condurro, che ha avuto tra i suoi clienti Totò, Eduardo De Filippo e Nino Taranto, ma anche personaggi come Maradona e Julia Roberts. Il loro segreto? Preparare la pizza con il “crìscito” naturale.

E ancora l’Antica Pizzeria dell’Angelo, famosa per i suoi cornicioni ripieni e Di Matteo con il ripieno ricotta e salame dove Bill Clinton ha scoperto la pizza fritta!

Di matteo

A contendersi i clienti di Via dei Tribunali vi è anche un’altra storica pizzeria: I Decumani. Propone 45 varietà di pizze, con impasto sottile e cotto a dovere. Tra le specialità della casa assolutamente da provare sono: il calzone fritto, i diavoletti, pasta fritta con rucola, pomodorini, scaglie di parmigiano e olio piccante; la pizza alla Salvatore, col cornicione ripieno di ricotta e prosciutto e un bocconcino di bufala tra i pomodorini.

Altra pizzeria che vale la pena provare è ‘O Munaciello, in Piazza del Gesù. Ci sono stata qualche settimana fa e mi ha colpita, sia per la sua posizione centrale e la vista che qui si gode, sia per la cordialità del personale, ma soprattutto per le specialità della casa come la Sorpresa del Munaciello, un tagliere di pizze doc: la San Daniele con mozzarella e prosciutto crudo, la Santa Chiara con mozzarella, salmone affumicato e gamberetti, il “cuoppo” di frittura con crocchè, zeppoline alle alghe, arancini.

Starita

Dal centro storico al Vomero, per raggiungere la pizzeria Starita, a Materdei. Nasce nel 1900 e nel ’54 si trasforma in set cinematografico per il film L’oro di Napoli mentre nel 2000 riceve un riconoscimento persino dal Papa al Vaticano. Leggete qui per capire di cosa sto parlando.

E ora tocca a voi: qual è la vostra pizzeria prediletta a Napoli? Siamo su Facebook e su Twitter, ci raggiungete per parlarne?

----

[N.d.R. Anche se la pizza a Napoli è decisamente economica potreste trovare delle offerte interessanti su Groupon cliccando qui. E chissà che non ci sia una delle migliori pizzerie napoletane in offerta!]

Mena Santoro
Scritto da Mena Santoro Mena Santoro
{}