GrouponMag ROMA

Locali gay a Roma: la guida ai posti di tendenza

Scritto da FRANCESCA SPANÒ | 28.1.2015 |
Locali gay a Roma: la guida ai posti di tendenza

Roma è una città gay-friendly o no? Se è vero che metropoli come Milano o, meglio ancora, Parigi, Londra e New York, sono più aperte apparentemente e cariche di svaghi, pure nella Capitale non mancano i locali dove trascorrere qualche ora piacevole tra serate a tema gay/lgbt. Le ultime tendenze sono proprio queste, più che il moltiplicarsi di strutture nuove, sono quelle storiche e più conosciute a proporre appuntamenti originali e legati, a volte, anche a qualche data in calendario o alla stagione.

Ha fatto, in tal senso, un po’ storia il Mucca Assassina, noto ben oltre i confini cittadini e da allora non mancano le associazioni/organizzazioni pronte a proporre incontri più o meno fissi periodicamente.

musica

I locali imperdibili

· Nella Città Eterna, gli ultimi venerdì sono stati allietati dalle serata gay-friendly al Vicious, nei pressi di Porta Maggiore (Via Achille Grandi).

· I giovani soprattutto frequentano molto pure il Forte Fanfulla (via Fanfulla da Lodi, al Quartiere Pigneto). Si tratta di un centro sociale aperto a tutti che non di rado organizza eventi tematici.

· Il sabato, anche se non con cadenza regolare, da tenere d’occhio il Rialto (Via di Sant'Ambrogio, 4 ).

· C’è poi lo storico Coming Out, un discopub nel quale e di fronte al quale si incontrano giovanissimi gay della Capitale (e del resto del mondo). L’apertura è sia diurna che notturna. Sopra la struttura c’è anche un b&b che accetta soprattutto una clientela gay, 2nd Floor  (via di San Giovanni in Laterano, 10).

· L’APARTMENT è un locale che il giovedì spesso ospita la serata 'D-Apartment', a vocazione gay declinata al femminile (anche se la clientela è molto mista, pure molti etero). E' un locale che propone deliziosi aperitivi e ha una bella terrazza.

· Allo Skyline di via Pontremoli 36, il lunedì è naked e frequentatissimo.

· Gate, invece, si trova in via Tuscolana 380 e vanta un calendario ricco di eventi (dalle feste bear ai party naked e underwear).

· Hangar, in via Selci 69, infine, è un discobar particolarmente amato dai turisti stranieri soprattutto perché collocato nei pressi di via Cavour, cioè in pieno centro.

walking

Discoteche gay da non perdere nel fine settimana

· Il giovedì a Roma c’è  Gloss, una serata presso la discoteca Alibi, via di Monte Testaccio 40.

· Il venerdì, se vi piacciono gli spettacoli drag con la presenza di etero, andate al Qube che ospita il Muccassassina, via di Portonaccio 21.2

· Il venerdì, ma solo il primo e l’ultimo del mese, musica elettronica e ambiente radical-chic, con la serata Glamda, presso il Circolo degli Artisti in via Casilina Vecchia 42.

· Drag-queen e dark room per la serata Gorgeous I Am, presso la discoteca Alpheus in via del Commercio, 36.

·  Glamda organizza, ogni terzo sabato del mese, presso il Lanificio, in via di Pietralata 159.

·  La domenica, a partire dalle 20 fino alle 24, c’è un aperitivo presso il locale Elle, in via Veneto 81.

Bar gay-friendly

· Beige, Via del Politeama 13: nel quartiere Trastevere di Roma. Atmosfera accogliente e ogni sera c'è un buffet mediterraneo tra 7 e 22:00. Ospita regolarmente serate a tema. Chiuso il lunedì e la domenica.

· Garbo, Vicolo di Santa Margherita 1°: nel quartiere di Trastevere. Perfetto per una serata tranquilla o romantica. Il suo interno è decorato con lampadari di cristallo, tende scarlatte, sedie in ferro battuto e candele. Chiuso il lunedì.

· My Bar, via di San Giovanni in Laterano 12. Molto frequentato soprattutto in estate.

· Freni e Frizioni, via del Politeama 4-6: nel cuore del quartiere Trastevere, un minuto a piedi da Piazza Trilussa è specializzato in birra importata e gustosi Martini.

Serate e luoghi a tema nella Capitale

· Negli ultimi tempi vanno sempre più di moda, ma sono organizzate in giro per la città e bisogna informarsi periodicamente per non perdere gli appuntamenti più interessanti e particolari. Molto frequentate, ad esempio, sono le serate proposte da Amigdala (un progetto di musica elettronica e culture indipendenti) ma gli indirizzi variano ogni volta, anche se un must sono sicuramente i periodici incontri al Rialto o al Lanificio.

· Chi non conoscesse l’esistenza della “gay street”, deve sapere che si trova in un piccolo tratto di via San Giovanni in Laterano che parte dal Colosseo e riguarda una serie di locali segnalati in tutte le guide internazionali lgbt (a cominciare proprio dal 'Coming Out').

Francesca Spanò
Scritto da Francesca Spanò Francesca Spanò
{}