GrouponMag TORINO

Macelleria Melis, prodotti sardi a Torino

Scritto da SANDRA SALERNO | 9.1.2015 |
Macelleria Melis, prodotti sardi a Torino

Questo è uno di quei casi nei quali posso dire “ci conosciamo da una vita”. Conosco Giampaolo Melis da tantissimi anni, ero praticamente una bambina. Andavo con i miei genitori a fare la spesa, di solito il sabato mattina, quando vivevamo ancora a Torino, nel quartiere Santa Rita, dove ha sede la macelleria Melis e prima ancora ci andavamo quando mia nonna abitava lì vicino. Il negozio è uno degli storici del quartiere, esiste dal 1959, da molto tempo davvero.

malloreddus

Vado a trovare Giampaolo ogni volta che mi viene nostalgia di Sardegna e del favoloso cibo sardo perché da loro trovo tantissimi prodotti oltre alle carni di agnello e capretto: i miei adorati culurgiones, la fregola sarda trafilata al bronzo da cucinare con le vongole, i malloreddus, nella versione secca, fresca e allo zafferano, da condire in modi differenti, anche se il mio preferito resta con la salsiccia e il pecorino. Ma anche i deliziosi ravioli di ricotta e spinaci galluresi.

Ovviamente non possono mancare i formaggi, che sono tra i miei preferiti: pecorino stagionato e semi stagionato, ma anche la provola di Arborea e la ricotta per preparare piatti dolci o salati e se leggermente stagionata da grattugiare sulla pasta.

Da Melis trovo, oltre ai vini, anche delle birre artigianali sarde: la Barley Friska, una beverina blanche, oppure la birra al Cannonau che utilizza, appunto, il mosto di uva cotto da vino Cannonau, la BB10 sempre Barley.

sevadas

Salumi, dolci tipici sardi, miele di asfodelo e corbezzolo e per chiudere in bellezza un bicchierino di mirto, uno dei miei liquori preferiti.

Aperto tutti i giorni dalle 8 alle 13 e dalle 16 alle 19,30 tranne la domenica (giorno di riposo) e il lunedì mattina.

Macelleria Bottega Melis
Via Barletta 55/C
Telefono: 0113241188

Articoli correlati
Belfood, la gastronomia colorata di Torino
Ristoranti in offerta a Torino
Mangiare e bere a Torino

Sandra Salerno
Scritto da Sandra Salerno Sandra Salerno
{}