Nessuna nuova notifica

5 elementi della cucina che non sapevi di dover pulire

13 mag 2020

Lavare i piatti, sgrassare il piano cucina... mantenere immacolata la cucina è un dovere quotidiano. Anche se ti affidi ad un professionista per le pulizie e la manutenzione della casa, c'è molto di più che dovresti fare per mantenere la tua cucina davvero ordinata. Ad esempio, sapevi che si deve pulire anche la lavastoviglie?

Le bobine del frigorifero

Perché pulirle? Nel tempo, possono accumulare talmente tanta polvere da rendere il frigorifero molto meno efficiente.

Come pulire le bobine del frigorifero:

    1. Scollega il frigorifero.
    2. Individua le bobine. Nella maggior parte dei frigoriferi, specialmente i più recenti, le bobine si trovano dietro la griglia (che deve essere rimossa), nella parte frontale alla base dell’apparecchio. Nei frigoriferi più datati, le bobine potrebbero essere situate sul retro.
    3. Con l’aspirapolvere, aspira delicatamente lo sporco e la polvere dalle bobine.
    4. Rimuovi i residui rimasti con un pennello pulito o uno straccio.

Nota degli esperti: per il passaggio numero 4, utilizza una spazzola progettata appositamente per questo scopo

Ogni quanto: una volta all'anno

 

La macchina del ghiaccio

Perché pulirla? I cubetti di ghiaccio possono assorbire gli odori del congelatore ed acquisire un sapore sgradevole. Al contrario di quanto si possa pensare, meno si usa la macchina del ghiaccio, più è necessario fare della manutenzione.

Come pulire la macchina del ghiaccio:

    1. Prima di tutto, scollega la macchina del ghiaccio dalla corrente.
    2. Estrai il cestello e scarica il contenuto nel lavandino.
    3. Puoi sciacquare il cestello a mano utilizzando il detersivo per piatti, oppure metterlo in lavastoviglie (solo se lavabile in lavastoviglie).
    4. Per pulire l'interno della macchina del ghiaccio e lo scivolo del ghiaccio utilizza una spugna o un panno con una soluzione al 50% di aceto bianco e acqua.
    5. Asciuga accuratamente il cestello.
    6. Inserisci nuovamente il cestello nell’apposito spazio e riaccendi la macchina del ghiaccio.

Nota degli esperti: per un cestello extra pulito puoi utilizzare una soluzione di aceto dopo il lavaggio iniziale.

Ogni quanto: ogni 3-6 mesi

 

Il cestino della spazzatura

Perché pulirlo? Il cestino contiene rifiuti con ogni tipo di germe. Quando il cestino continua ad emanare un odore sgradevole anche quando non c'è spazzatura, questo è il segno che è arrivato il momento di una bella pulizia.

Come pulire il cestino della spazzatura:

    1. Svuota il cestino ed elimina eventuali residui rimasti.
    2. Risciacqualo in giardino, utilizzando la canna dell’acqua, oppure nella vasca da bagno.
    3. Spruzza un po’ di disinfettante. Solitamente, i prodotti utilizzati per pulire normalmente la cucina sono adatti. In alternativa puoi usare una soluzione al 50% di aceto bianco e acqua.
    4. Strofina il cestino con una spugna o una spazzola, dopodiché lascialo fermo per alcuni minuti.
    5. Risciacqua il cestino. Infine, puoi scegliere se lasciarlo asciugare all'aria o asciugarlo con un panno asciutto.

Nota degli esperti: lascia asciugare il cestino al sole.

Ogni quanto: una o due volte all'anno

La lavastoviglie

Perché pulirla? Residui di cibo si accumulano sul fondo, rendendo la lavatrice meno efficiente. Come per altri elettrodomestici, quando la lavatrice emana un odore sgradevole, vuol dire che è arrivato il momento di una bella ripulita.

Come pulire la lavastoviglie:

    1. Prima di tutto, puoi pulire lo scarico ed il filtro con una spugna bagnata. Situati sotto il cestello inferiore, lo scarico e il filtro spesso raccolgono residui di cibo. Quando il filtro è molto sporco, puoi rimuoverlo ed immergilo in acqua e sapone per 10 minuti.
    2. Svuota completamente la lavastoviglie e posiziona una tazza piena di aceto bianco sul cestello superiore. Cospargi il fondo della lavastoviglie con del bicarbonato di sodio (circa un bicchiere).
    3. Fai partire la lavastoviglie utilizzando l'impostazione con la temperatura più alta.

Nota degli esperti: strofina i residui di sporco più ostinati utilizzando un vecchio spazzolino da denti.

Ogni quanto: una volta al mese

 

Il tritarifiuti

Perché pulirlo? Nel tempo, residui di cibo possono rimanere intrappolati nel tritarifiuti, causando cattivi odori.

Come pulire il tritarifiuti:

    1. Estrai i residui di cibo o eventuali oggetti bloccati utilizzando un paio di pinze (non usare le mani, quelle lame sono dannatamente affilate!).
    2. Riempi il lavandino con acqua calda e sapone. Successivamente, lascialo scolare.
    3. Aggiungi alcuni cubetti di ghiaccio e del sale grosso, e accendi il tritarifiuti. I cubetti di ghiaccio non solo aiutano a rimuovere i residui di cibo dalle lame, ma servono anche ad affilarle.
    4. Versa 4 cucchiai di borace (tetraborato di sodio) o di soluzione al 50% di aceto bianco e bicarbonato di sodio nel tritarifiuti. Lascia riposare il tutto per circa 15 minuti, quindi risciacqua con acqua calda.
    5. Puoi strofinare i residui più ostinati utilizzando un vecchio spazzolino da denti o un spazzola.

Nota degli esperti: per aggiungere un tocco di freschezza al tritarifiuti in modo rapido, puoi gettare alcune bucce di agrumi (o addirittura un limone intero) ed accenderlo.

Ogni quanto: una volta al mese

 

 

 

  Letture correlate