GrouponMag ROMA

Roma, quartiere Monti: un tour tra locali e negozi imperdibili

Scritto da ROSSELLA DI BIDINO | 9.9.2014 |
Roma, quartiere Monti: un tour tra locali e negozi imperdibili

Roma è talmente bella e interessante che c'è solo l'imbarazzo della scelta e a volte basta un telefonino e il naso all'insù per accorgersene. Tra l'altro ogni scusa è buona per uscire di casa specialmente se c’è il sole. Me lo  son detta appena arrivata in cima a via Panisperna. Non avevo, infatti, altra preoccupazione che ammirare uno dei più bei panorami di Roma di fronte a me. Scendendo, tra uno scatto e l’altro su Instagram, ho ricordato  quelle belle chiacchiere tra amiche e calici di vino fatte Ai Tre Scalini Bottiglieria dal 1895.  Lo si riconosce subito dopo una certa ora, quando la luce del sole comincia a calare. Il locale sembra diventare troppo piccolo, ma nessuno demorde. Con un bicchiere in mano ci si accontenta anche di stare in piedi fuori. Paesaggio e tannini lo permettono a via Panisperna 251.

Poco più su, perché via Panisperna è una bella onda nel centro dell’Urbe, ecco un locale molto amato. A molti verrà da chiamarlo Mia Market, lui risponderà Il Salotto di Giulia, prego. Meno male però che lo stile è rimasto immutato. Clima rilassato, imperante un fai da te guidato e prodotti biologici. Quindi un’occhiata su via Panisperna 255 va data.

quartiere Monti Roma

Arrivata sulla cresta della via scorgo il Black Market dove birre, taglieri di formaggi francesi e musica live sanno alternarsi nelle calde e fredde serate romane. Ammetto di averlo scoperto da poco, ma ammetto di volerci tornare ancora tante e tante volte a via Panisperna 101.

Ma è tempo di svoltare, non pagina ma via. Via Urbana propone altrettante chicche come Aromaticus. Per me i proprietari non ne possono più di quella che entra ed osserva imbambolata le piantine aromatiche, scruta innamorata i germogli di ravanello rosso e si fa tentare dal loro menù. Alternativo? No, semplicemente originale al pari dell’idea da cui nasce Aromaticus. Portare del verde a via Urbana 134: sulla tavola e nella testa degli avventori.

Poco più un là Tricolore Panini al numero 126. Lo conobbi anni fa per la sfida prima del vero croissant, e non cornetto come l’essere a Roma potrebbe far supporre, e poi per la sfida dell’hamburger perfetto. Di sicuro la scelta di panini merita attenzione. L’attenzione dei gourmet affamati quanto meno.

Scusate, scappo un attimo. Corro dalla Fata Morgana per una di quelle coppette di gelato che stupiscono in Piazza degli Zingari. Alcolico o non alcolico. Abbinamenti mai scontati anche dentro lo stesso gelato. Il posto perfetto per un aperitivo: sì in una gelateria ed in una coppetta. Ho fatto anche questo e ne serbo un ottimo ricordo, sennò perché sto qui a pigiare un tasto dopo l’altro per dirtelo?!

monti quartiere Roma

 

Scherzi a parte, ritorno su Via Urbana. E’ un sabato quindi proseguo oltre fino ad arrivare a via Leonina 46 per il Mercato di Monti, pardon l’Urban Market. Non cibo stavolta ma bancarelle fatte per chi ama lo stile, la creatività ed il vintage. Ogni volta che arrivo non posso che fermarmi davanti alla bancarella con le fotografie come sottobicchieri. Ma neppure disdegno i gioielli del tavolo accanto. Si stanno accumulando i bigliettini che mi sto portando dietro: JoleCreo e Shop in London quelli che mi piace condividere.

Essendo un Instatour non posso fermarmi a lungo. Devo farti anche scoprire il Doozo dove l’Oriente quello vero e lontano sembra a portata di mano. A Via Palermo al numero 51/53  mostre fotografiche, eventi culturali sono la scusa ideale per entrare a scoprire questo ristorante giapponese.  I suoi ingredienti sono “La salsa di soia, il sakè, ma soprattutto l’amore”. La dice lunga questo sul bell’effetto che può fare anche su di te.

Eppure strada facendo su via del Boschetto al numero 129  ecco che mi lascio distrarre da la Gallina Smilza. Un rice shop, ma io sono entrata senza conoscere cosa fosse. I colori, la loro allegria mi hanno attirato. Prendo in mano un bicchiere e…oops è leggerissimo. La Gallina Smilza è una catena di negozi tra Roma, Bologna e Firenze.  E tutto fatto con melanina, ma sono i colori a farla da padroni.

Mi stavo dimenticando di fare un salto da Il Giardino del tè. Tutta colpa di quella creatività che sembra esplodere su ogni vetrina di Monti. Ma la porta di Via del Boschetto 107  va aperta per curiosità o come clienti regolari. Zuccheri, tè, tisane, tazze e teiere: potrei passarci dentro le giornate.

Roma Monti

Invece… ho fame. Termino il mio tour all’Antico forno ai Serpenti. Non resisto al profumo del pane.

Ispirati dal mio tour a Monti tra locali e negozi particolari? Se la risposta è positiva allora datemi la vostra opinione contattando GrouponMag all'indirizzo redazione@groupon.com, su Twitter o su GPlus; in aggiunta se volete scoprire Roma da un punto di vista particolare e insolito allora il consiglio è di provare a vedere tra le offerte di Groupon se ci sono tour unici alla scoperta della Capitale.

Ma che ti sei mangiato
Scritto da Rossella Di Bidino Ma che ti sei mangiato
{}