GrouponMag TORINO

Banco Vini e Alimenti a Torino: il ristorante che sa di nuovo

Scritto da SANDRA SALERNO | 1.9.2014 |
Banco Vini e Alimenti a Torino: il ristorante che sa di nuovo

C’era una volta il Ristorante Consorzio. E c’è ancora, non temete. Ma gli amici del Consorzio, Andrea Gherra e Pietro Vergano hanno deciso di intraprendere un’altra avventura: Banco, vini e alimenti.

Bellissima avventura aggiungo, perché dopo essere stata da Banco vorrei tornarci almeno due volte alla settimana, a pranzo e cena. Forse anche di più! Una bella rivoluzione nel panorama della ristorazione torinese.

Banco Vini e Alimenti

La formula di Banco è semplice, così semplice da sembrare quasi impossibile: cucina piemontese, ottima e curata. A prezzi davvero incredibili. Carta dei vini naturali, molto ben strutturata, si aggiunge la mescita al bicchiere anche per questi ultimi, per dare modo ai clienti di poter assaggiare più proposte da diversi produttori. Qualche tempo fa, ad esempio abbiamo avuto la fortuna di cenare da Banco durante la serata dei Vignaioli dell’associazione Vini Veri con i loro vini in mescita al bicchiere. Due calici a testa per accompagnare la nostra cena.

Banco, vini e alimenti apre alle 12 e chiude alle 24. Una nuova formula di fare ristorazione: cucina espressa, sempre aperti per dar modo a chi fa tardi in ufficio, a chi decide di pranzare o cenare tardi di potersi sedere, anche al bancone interno, con vista sulla cucina e sul servizio di gastronomia. Sì, perché oltre ad ordinare e gustare le loro prelibatezze avrete la possibilità di portarle a casa o dove preferite. Anche al parco se vi va. Chiamarla vineria a mio parere è riduttivo. È una nuova formula di fare ristorazione di un certo livello a prezzi contenuti, puntando tutto sulla qualità. Cortese e informale il servizio, ragazzi giovani che ci sanno fare, quelli che preferisco e che prendono seriamente il proprio lavoro.

Cucina espressa dicevamo. Ma anche salumi e formaggi di ottima qualità (nota: ancora sogno la carta dei formaggi del Consorzio e quella di Banco non è da meno).

crostini alle alici

Per pranzo ho deciso per crostini di acciughe del mar Cantabrico con burro di montagna: scioglievole e opulento nella sua semplicità. Il burro di montagna è quasi una crema e le acciughe sono davvero eccellenti, grasse e carnose. Proseguo nella lettura del menù e la mia scelta cade su Uovo rotto con fagiolini e patate al Prosciutto nero di Parma. Ode alla semplicità in questo piatto. Sembra facile fare un uovo. È farlo buono che viene difficile la maggior parte delle volte. Ma potrete scegliere tra i molti piatti presenti sul menù: Ciapas (una gran bel menù) dalla Gastronomia con Parmigiana di melanzane, tonno di coniglio, misto carpione, insalata russa. Lo Spiedo, pollo, piccione e fagianella. I Fritti: tra i Batsoi (piedini di maiale), le alici impanate con rosmarino e capperi, divine!), le Friciule, frittelline di erbe selvatiche.

uovo e prosciutto

Una golosità da non mancare se amate i dolci? Bombette calde ripiene di crema e cioccolato. Oppure la meringa con panna fresca, fragole o lamponi.

Il pranzo per due, con due piatti a testa, un dolce condiviso, acqua (ottima e filtrata acqua del Sindaco) offerta, una birra e due caffè, 36 euro. Eccellente. Ci torno.

Banco, Vini e Alimenti
Via dei Mercanti 13 F
Telefono: 0117640239
Aperto dalle 12 alle 24.  Chiuso sabato a pranzo e domenica tutto il giorno.

Sandra Salerno
Scritto da Sandra Salerno Sandra Salerno
{}