GrouponMag TORINO

Piola da Cianci, il ristorante di Torino che sa di casa

Scritto da GIOVANNA GALLO | 12.9.2014 |
Piola da Cianci, il ristorante di Torino che sa di casa

Negli ultimi anni ho preso una specializzazione di cui vado molto fiera: quella in Piole e Osterie. Mi piace scoprirle quando viaggio, fidandomi dei consigli di chi conosce la zona, e mi piace avere dei punti di riferimento nella mia città, delle trattorie tipiche in cui andare a pranzare o portare gli amici in visita. Cianci è sicuramente una di queste: piola casalinga, con pochi coperti e nascosta in una delle piazzette più caratteristiche della città (Largo IV Marzo, proprio davanti al Duomo), è uno dei locali in cui vado quando voglio mangiare bene spendendo poco.

L’atmosfera è quella del locale casalingo, intimo e accogliente. L’interno fa tanto “casa della nonna”, quello stile che ci (mi) piace tantissimo e verso cui stanno andando moltissimi locali della città. Vecchie locandine pubblicitarie a vista, bottiglie di vini piemontesi, un bancone che più caratteristico non si può, tutto fa pensare alle serate dell’infanzia trascorse a casa intorno a un tavolo a mangiare pane buono e piatti della tradizione.

La cucina è ottima e il menù è vario senza essere infinito: si va dal classico vitello tonnato – una bontà da Cianci – ai tomini al verde, fino ai primi con i prodotti di stagione. Potreste addirittura assaggiare il ciapinabò, ovvero il topinambur, la tipica rapa della zona che in pochissimi conoscono al di fuori dei confini! I secondi sono spesso di carne, ricchi di contorni saporiti e i vini - di cui la carta è molto fornita – accompagnano il menù in modo esemplare.

vitello tonnato

Ho lasciato il cuore sul loro Bonet, il dolce tipico piemontese di cui solo le nonne conoscono la ricetta. Non vi fidate di quelli che dicono: “E’ solo un budino amaretti e cioccolato”. Il bonet ha una consistenza simile al budino, ma al palato non è assolutamente uguale: solo assaggiandone uno buono e uno cattivo (ovvero, un banalissimo budino al cioccolato) potrete sentirne la differenza. Da Ciani il bunet è ottimo, fatto proprio “come una volta” e dopo averlo mangiato non potrete davvero più farne a meno.

Ora, vi starete chiedendo: quanto mi costa una cena o un pranzo veloce in questo posticino che sembra così intimo ma anche molto apprezzato dagli autoctoni (e infatti, prenotate! Prenotate sempre!)? La risposta è: pochissimo, meno di una pizza + birra. I secondi di carne, che di solito sono quelli che più pesano sul portafogli, non superano mai le 6 euro, eppure i piatti sono abbondanti e ottimi, come in qualsiasi altro ristorante che li propone a 12.

bonet

Da Cianci – piola e Caffè è un bel posto dove trascorrere una serata romantica, oppure far cena senza affaticarsi o appesantirsi, ma mangiando comunque bene. In più, scoprirete una piazza di Torino che non tutte le guide segnalano, proprio nel cuore del centro, tra Piazza Castello e il Quadrilatero.

Piola da Cianci
L.go IV Marzo 9/bis
Telefono: 3888767003

Leggi anche:
Cinque posti dove mangiare economico a Torino
Mangiare e bere al Quadrilatero
A passeggio per il Quadrilatero

Giovanna Gallo
Scritto da Giovanna Gallo Giovanna Gallo
{}