Il Lago dei Cigni: il balletto in scena al Teatro Civico di Vercelli il 3 febbraio (sconto fino a 30%)

Teatro Civico

Fino a 30% di sconto
20+ acquistati
Scegli opzione
Regala
Impossibile aggiungere ora. Per favore, prova ancora più tardi
Impossibile aggiungere ora. Per favore, prova ancora più tardi

In sintesi


I Russian Stars arrivano in Italia e riproducono fedelmente il romantico balletto musicato da Tchaikovsky

Recensioni clienti


Recensioni verificate al 100%
Tutte le recensioni provengono da persone che hanno riscattato i deal con questo partner.

L'offerta comprende


Scegli tra 3 opzioni

  • Il Lago dei Cigni - 3 febbraio ore 17 - Galleria a 19 € invece di 27 €
  • Il Lago dei Cigni - 3 febbraio ore 17 - Seconda Platea a 22 € invece di 31 €
  • Il Lago dei Cigni - 3 febbraio ore 17 - Prima Platea a 30 € invece di 41 €

Il Lago dei Cigni

  • musicato da Pyotr Ilyich Tchaikovsky
  • coreografia di Marius Petipa

Atto I

Nel giardino di un castello tedesco si sta celebrando una festa in onore del principe Siegfried. Il giovane ha compiuto la maggiore età ed è circondato da amici e cortigiani che ballano e danzano insieme a lui. Si unisce ai festeggiamenti anche la madre di Siegfried, la regina regnante, che esorta il figlio a scegliere una sposa tra le fanciulle che lei ha invitato al ballo che si terrà il giorno successivo. La festa continua con danze e scherzi ma ad un certo momento gli ospiti entrano nel castello, e Siegfried rimane solo: è pensieroso, sogna un amore puro, vero e non imposto. Assorto nei suoi pensieri, cerca un po’ di tranquillità e si dirige verso il vicino lago. Mentre sta osservando le rovine diroccate di un vecchio castello, viene distratto dal volo di alcuni cigni e viene immediatamente preso dal desiderio di cacciare. Imbraccia quindi la sua balestra e corre nel bosco. Mentre le rovine del castello si specchiano nelle acque silenziose, Siegfried arriva alle sponde del lago. Lì rimane meravigliato a fissare alcuni cigni bianchi che, non appena giunti a riva, si trasformano misteriosamente in ragazze. Fra loro, il principe rimane folgorato dalla bellezza di Odette: la fanciulla gli confessa di aver subito un incantesimo insieme ad altre giovani – che le ha trasformate in cigni, permettendo loro di riprendere le sembianze umane soltanto la notte – e che soltanto un uomo davvero innamorato e fedele potrà rompere l’incantesimo. Siegfried promette a Odette di salvarla e la invita alla festa del giorno dopo, durante la quale dovrà scegliere la sua futura sposa. La ragazza, però, non potrà partecipare: Siegfried le giura, allora, eterno amore e le assicura che non sposerà nessun’altra donna. Nel frattempo è giunta l’alba e le fanciulle sono richiamate al lago dal mago Rothbart e trasformate nuovamente in cigni. 

Atto II

Nella sala da ballo del castello entrano gli invitati ed iniziano i festeggiamenti. Gli squilli di tromba annunciano l’arrivo delle sei ragazze aspiranti pretendenti del principe. Siegfried è ancora pensieroso, nel suo cuore c’è ancora Odette e si rifiuta di scegliere poiché nessuna può competere con la sua amata. Quand’ecco che uno squillo di tromba annuncia l’arrivo di nuovi ospiti: uno strano cavaliere che scorta Odette, accompagnati da un seguito di cigni neri. Si tratta del mago Rothbart e della figlia Odile che, grazie al padre, ha assunto l’aspetto di Odette. Siegfried cade nella trappola, crede che la fanciulla sia la sua amata Odette e le giura eterno amore. L’oscurità cala sul castello, al momento del giuramento però Siegfried scorge la vera Odette, capisce l’inganno e disperatamente corre fuori dal castello per cercare di raggiungerla. Odette raggiunge il lago e racconta alle altre fanciulle ciò che ha visto al castello: il principe ha rotto il suo giuramento e lei è destinata a rimanere cigno per sempre. Disperato Siegfried arriva sulle sponde del lago implorando il perdono di Odette. L’amore di Odette è più forte della magia di Rothbart e lei, commossa dalle parole del principe, lo perdona. Appare Rothbarth ostinato ad ostacolare i due amanti, dà inizio così ad un duello col principe ma il malvagio viene miseramente sconfitto. È l’ultima battaglia tra il bene ed il male. L’alba arriva e finalmente Siegfried e Odette possono coronare il loro sogno d’amore: il sortilegio si è spezzato.

Teatro Civico di Vercelli

Uno dei primi teatri in Piemonte a essere dotato di un impianto di illuminazione a gas (già nel 1855), il Teatro Civico di Vercelli è stato inaugurato nel 1815 per sostituire il Teatro dei Nobili, crollato nel 1798. Il progetto del nuovo teatro venne realizzato dall’architetto Nicola Nervi negli anni 1812-1815, ma solo nel 1842 l’edificio venne acquistato dal Comune di Vercelli, assumendo quindi l’attuale denominazione. Distrutta da un incendio nel 1923, la struttura è stata ricostruita con una grande platea e un solo ordine di palchi. I lavori si conclusero nel 1931, quando il teatro venne inaugurato con una rappresentazione dell’Aida di Giuseppe Verdi. Oggi ospita la stagione di teatro di prosa e viene utilizzato per concerti e conferenze.

Questo deal è offerto da Nuovo Teatro Verdi S.r.l. Contatti del partner: info@teatroverdimontecatini.it.

Condizioni


Validità: 3.02.2019, ore 17
Dove: Teatro Civico di Vercelli
Ritiro biglietti: a partire da un'ora prima l'inizio dello spettacolo
Limiti: ingresso per una persona, solo per l'opzione acquistata
Info ulteriori: il posto viene assegnato dalla produzione, non è possibile sceglierlo. Posti vicini per più biglietti acquistati tramite lo stesso account Groupon.
Stampa e porta con te il coupon. Offerta non soggetta a diritto di recesso
Prezzo originale verificato il 21.12.2018 (info)
Consulta le condizioni generali

Info su Il Lago dei Cigni al Teatro Civico di Vercelli


Il Lago dei Cigni al Teatro Civico di Vercelli

Tickets, Danza classica
Acquistando questo deal, guadagnerai punti che possono essere spesi per ottenere sconti e vantaggi. Per ogni 5000 punti guadagnati puoi ottenere uno sconto di 5€ sul tuo prossimo acquisto.