Menu principale Apri la barra di ricerca

La guida definitiva ai massaggi

20 apr 2018

Un dolore può essere causato da un movimento brusco, da un peso troppo eccessivo, o dallo stress da lavoro. Qualsiasi sia la ragione, un massaggio è sempre il modo migliore per rigenerarsi dopo un periodo di stress.

I tipi di massaggi sono moltissimi, e tutti diversi tra loro. Prima di prenotare il tuo prossimo (o il tuo primo) massaggio, dai un’occhiata a questa guida.

Quali sono i benefici dei massaggi?

La maggior parte delle persone (giustamente) pensa che il principale beneficio del massaggio sia il relax fisico, si ottengono, infatti, i maggiori risultati visibili. I primi effetti positivi iniziano dalla mente, che segnala al corpo che è il momento di rilassarsi e prepara i muscoli alla ricezione dei benefici.

Se ci concentriamo sui benefici fisici di un massaggio, un massaggio per runner è un buon esempio da prendere in considerazione. Il trattamento per i runner ha un ampio raggio di benefici tra cui la diminuzione del rischio di infortuni durante l’allenamento, l’aumento della circolazione e il miglioramento dei movimenti dei legamenti. In breve: ti fanno stare meglio.



Quali tipi di massaggi si posso scegliere?

Le tipologie di massaggi sono praticamente infinite e possono variare, da quelli che non richiedono altro oltre i fluenti movimenti del massaggio, a quelli che includono l’utilizzo di pietre calde e oli aromatici.

Si ha davvero l’imbarazzo della scelta. La maggior parte degli stili possono essere ottimizzati e adattati in base ai disturbi specifici con cui si ha a che fare, conoscere i principali stili di massaggio potrebbe aiutarti nella scelta, prima di prenotare un appuntamento. Dai un’occhiata a questo elenco dei tipi più comune di massaggi:

  • Massaggio svedese: la tipologia di massaggio più popolare; grazie ad alcuni movimenti particolari aiuta a rilassare i muscoli e a rilassarsi.
  • Massaggio profondo del tessuto: vengono utilizzati movimenti intensi per affrontare i problemi con strati profondi di tessuto muscolare.
  • Massaggio con pietre calde: delle piccole pietre riscaldate vengono posizionate sulla schiena per rilassare e sciogliere i muscoli prima di essere maneggiati.
  • Riflessologia plantare: un massaggio ai piedi che manipola i punti di pressione per lenire i dolori in vari punti del corpo.
  • Massaggio Thai: massaggio da effettuare completamente vestito in cui il massaggiatore effettua una serie di movimenti su tutto il corpo.


Qual è il giusto comportamento?

Se non sei abituato a farti massaggiare, l’idea di spogliarti davanti a qualcuno può sembrarti imbarazzante. Ricevere un massaggio significa prenderti del tempo da dedicare solo a te stesso ed al tuo relax, seguire questi pratici consigli ti aiuteranno a rendere l’esperienza unica.

  • Vestiti in modo da sentirti a tuo agio.Non vuoi toglierti l’intimo? Allora non farlo! Mettiti qualcosa che ti faccia stare bene.
  • Assicurati di aver fatto la doccia. A nessuno piace toccare qualcuno sporco o sudato, anche se è il loro lavoro. Il tuo massaggiatore ti ringrazierà
  • Parla con il tuo massaggiatore. Fai sapere loro se hai qualche infortunio o qualche dolore in particolare prima di iniziare il trattamento.
  • Non parlare con il tuo massaggiatore. Fa ciò che ti senti, non c’è bisogno di riempire il silenzio se non vuoi.

Quanto costa un massaggio?

In media, il costo di un massaggio varia dai 60 agli 85€. Questo dipende da diversi fattori, tra cui dove vivi, il tipo di massaggio desiderato ed il livello di esperienza del massaggiatore.